Kappa Persei

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Kappa Persei
Kappa Persei
Perseus IAU.svg
ClassificazioneGigante arancione
Classe spettraleK0III[1]
Distanza dal Sole113 al
CostellazionePerseo
Coordinate
(all'epoca J2000.0)
Ascensione retta03h 09m 29,762s
Declinazione+44° 51′ 27,15″
Dati fisici
Raggio medio9[2] R
Massa
1,86[3] M
Temperatura
superficiale
4 864 K[2] (media)
Luminosità
Indice di colore (B-V)0,98[2]
Metallicità110% rispetto al Sole[2]
Età stimata1,1 miliardi di anni[4]
Dati osservativi
Magnitudine app.+3,80[1]
Magnitudine ass.+1,12[3]
Parallasse28,93 mas[1]
Velocità radiale27,43 km/s[1]
Nomenclature alternative
27 Per, HR 941, HD 19476, SAO 38609[1]

Coordinate: Carta celeste 03h 09m 29.762s, +44° 51′ 27.15″

Kappa Persei (κ Persei, κ Per) è una stella della costellazione di Perseo, distante 113 anni luce dalla Terra e di magnitudine apparente 3,80[5]. Possiede anche il nome tradizionale di Misam[6]

Osservazione[modifica | modifica wikitesto]

La declinazione di Kappa Persei è 44°N, quindi la sua osservazione è molto più facile dalle regioni dell'emisfero boreale terrestre, dove si mostra alta sull'orizzonte nelle sere dell'autunno e dell'inizio dell'inverno, ossia quando Perseo raggiunge il punto più alto sull'orizzonte. Dall'emisfero australe l'osservazione risulta un po' penalizzata e risulta invisibile più a sud della latitudine 46°S.

Il periodo migliore per la sua osservazione cade nei mesi che vanno da settembre a marzo. Nell'emisfero nord è visibile anche per un periodo maggiore, grazie alla declinazione boreale della stella, che diventa circumpolare più a nord della latitudine 46°N.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Kappa Persei è una gigante arancione di tipo spettrale K0III[1], classificata come sospetta variabile per una variazione della sua magnitudine da 3,77 a 3,81 e catalogata come tale con la designazione NSV 1055[7].

Con una massa dell'86% superiore a quella del Sole e un'età di poco superiore al miliardo di anni[4], è già entrata nello stadio di gigante, avviandosi verso le ultime fasi della sua esistenza.

La stella ha una compagna visuale a 44 secondi d'arco di tredicesima magnitudine; inoltre il The Washington Visual Double Star Catalog indica la componente più brillante come binaria spettroscopica[8].

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Stelle Portale Stelle: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di stelle e costellazioni