Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Kakifly

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Kakifly (かきふらい Kakifurai?) (Kyoto, ...) è un fumettista giapponese. È principalmente conosciuto per aver creato il manga K-On!, adattato in un anime dalla Kyoto Animation.[1][2]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Il suo nome è quello di un tipico piatto giapponese a base di ostriche fritte e lui stesso nel primo volume si presenta dicendo di detestare proprio tale piatto.[3] Sempre nello stesso volume rivela che il personaggio di Mio Akiyama, una delle protagonista di K-On!, sia mancino proprio come lui e di possedere una collezione privata di chitarre, delle quali è pubblicata anche una foto a inizio volume.[3]

Ha cominciato la propria carriera di mangaka nel 2003 con la pubblicazione di Steel Leaf e da allora ha realizzato varie dōjinshi, alcune delle quali ispirate a Suzumiya Haruhi no Yūutsu, To Heart e Maria-sama ga Miteru e altre vietate ai minori. Successivamente nel 2007 fa una svolta alla sua carriera con l'inizio della serializzazione della sua prima vera e propria serie manga, K-On!, sulla rivista Manga Time Kirara edita da Houbunsha a partire dal mese di maggio. Inizialmente non ha riscosso un gran successo, ma poi la scelta di Kyoto Animation di creare un adattamento animato su tale manga ha portato l'opera di Kakifly in vetta alle classifiche e ad avere successo anche fuori dal Giappone.[4] Attualmente il manga, dopo una pausa avvenuta tra il 2010 e il 2011 ha ripreso la pubblicazione su due riviste contemporaneamente per poi concludersi nel 2012: su Manga Time Kirara proseguivano le avventure delle quattro protagoniste originarie ormai giunte all'Università, mentre sulla rivista Manga Times Kirara Carat la storia del quinto componente dell'originale club di musica leggera e di come è riuscita a non farlo chiudere. Ad oggi non si sa se Kakifly abbia intenzione di sviluppare ancora la sua opera principale o se abbia intenzione di dedicarsi a nuovi progetti.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Manga[modifica | modifica wikitesto]

Antologie[modifica | modifica wikitesto]

Libri in brossura[modifica | modifica wikitesto]

K-On! (Time KR Comics Manga, Hobunsha)

  1. uscita: 26 aprile 2008 (ISBN 9784832276932)
  2. uscita: 26 febbraio 2009 (ISBN 9784832277816)
  3. uscita: 18 dicembre 2009 (ISBN 9784832278691)
  4. uscita: 27 settembre 2010 (ISBN 9784832279438)

Dōjinshi[modifica | modifica wikitesto]

Attualmente, tutti fuori stampa.

  • Steel Leaf (2003) ※ Formata prima del lavoro di Umi no kō teishoku
  • Marimite, tsume chaimashita. 1~4 (2004 - 2005)
  • To ̄ wa to, tsume chaimashita. (2005)
  • Tama nē no naisho (2005) ※ V.M.18
  • Panpanpan'ya (2005) ※ V.M.18
  • FATE, tsume chaimashita. 1~2 (2005-2006)
  • Maiotsu, tsume chaimashita. (2006)
  • SOS-dan, tsume chaimashita. 1~6 (2006-2007)

Altro[modifica | modifica wikitesto]

  • Kanamemo (Serie TV Anime), episodio 8 carta end
  • K-On! Ultra illustrazioni! Vol.1 (けいおん!超イラストレーションズ!vol.1 Ke ion! Chō irasutorēshonzu! Vol. 1?) (Rilasciata il 27 gennaio 2010, Hobunsha)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (JA) TBSアニメーション・けいおん!!公式ホームページ, TBS. URL consultato il 20 giugno 2010.
  2. ^ K-ON! | Asia Animax, Animax. URL consultato il 20 giugno 2010.
  3. ^ a b Manga di K-On!, volume 1, ed. italiana Jpop
  4. ^ Il manga di K-On! riprende in primavera, torna l'amata band!, Animeclick, 8 febbraio 2011. URL consultato il 30 giugno 2012.
  5. ^ February 3, 2010, Yen Press Adds Haruhi-Chan, K-On! Manga, Bungaku Shoujo (Updated), Anime News Network. URL consultato il 20 giugno 2010.
  6. ^ (JA) けいおん! アンソロジーコミック│漫画の殿堂・芳文社, Houbunsha. URL consultato il 20 giugno 2010.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]