Juan Abreu

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Juan Abreu (L'Avana, 1952) è uno scrittore e pittore cubano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Juan Abreu nasce a L'Avana nel 1952, e lascia Cuba nel corso dell'esodo di Mariel (1980). Abreu si trasferisce a Miami, New York, San Francisco, ed infine a Barcellona.

Nel 1985 esordisce con il romanzo El libro de las exhortaciones, e nel 1998 scrive con i due fratelli Habanera fue, dedicato ai ricordi della vita a Cuba.

È noto per aver scritto Garbageland (2001) ed il seguito Orlàn Veinticinco (2003), ambientati in un futuro distopico. Ha inoltre pubblicato il libro per ragazzi El gigante Tragaceibas y El niño que quiso ser excremento (2008).

Abreu è anche un apprezzato pittore, con mostre organizzate in varie parti del mondo.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • El libro de las exhortaciones (Playor, 1985)
  • A la sombra del mar (Casiopea, 1998)
  • Habanera fue (Muchnik Editores, 1998)
  • Garbageland (Mondadori, 2001)
  • Gimnasio, Emanaciones de una rutina (2002)
  • Orlàn Veinticinco (2003)
  • Accidente (2004)
  • Cinco Cervezas (2005)
  • Diosa (2006)
  • El gigante Tragaceibas y El niño que quiso ser excremento (2008).

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN44525858 · ISNI (EN0000 0000 7828 0621 · LCCN (ENn89604228 · BNF (FRcb144738839 (data) · WorldCat Identities (ENn89-604228