Johann Georg Schütz

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Paesaggio con contadina e figlio presso un fiume (1751)

Johann Georg Schütz, o Schüz (Francoforte sul Meno, 16 maggio 1755Francoforte sul Meno, maggio 1813 o 1815[1]), è stato un pittore, incisore e disegnatore tedesco, specializzato in pittura paesaggistica[2].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Appresi i rudimenti dell'arte dal padre Christian Georg Schütz, nel 1776 proseguì i suoi studi artistici presso l'Accademia di Düsseldorf, dove eseguì copie da Rubens[1][3](Castore e Polluce, La caduta di Sennacherib)[1]. Nel 1779 vinse il secondo premio all'Accademia[1][3]. Dipinse, inoltre, il sipario del teatro di Francoforte sul Meno con l'aiuto del padre[1]. Nel 1784, per perfezionarsi ulteriormente, si recò Roma[1][3] dove rimase per sei anni vivendo con altri pittori tedeschi[1]. Qui studiò le opere antiche e di Raffaello ed eseguì anche copie dal vero[1]. Strinse amicizia con Goethe[1]. Ritornato in patria, si stabilì definitivamente nella sua città natale, dove era noto come Schütz dei Romani (Schütz des Römers)[1].

Dipinse soprattutto paesaggi[1][2], anche con figure di staffage, soggetti storici e di genere[1]. Eseguì anche incisioni da sue opere, come il Ritratto del decano Johan Amos a Francoforte e La ragazza savoiarda con lira e gabbia con uccello del giugno 1775[1].

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Paesaggio con contadina e figlio presso un fiume, olio su tavola, 23 x 19 cm, 1751
  • Ritratto del decano Johan Amos a Francoforte[1]
  • La ragazza savoiarda con lira e gabbia con uccello[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN70019544 · ISNI (EN0000 0000 6684 0986 · LCCN (ENnr94014448 · GND (DE129814245 · ULAN (EN500014250 · CERL cnp00631849