Joan Baez in Concert, Part 2

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Joan Baez in Concert, Part 2
ArtistaJoan Baez
Tipo albumLive
Pubblicazionenovembre 1963
pubblicato negli Stati Uniti
Durata45:04 (LP)
60:52 (CD 2002)
Dischi1 / 1
Tracce14 / 19
GenereFolk rock
EtichettaVanguard Records (VRS-9113/VSD-2123)
ProduttoreMaynard Solomon (produttore originale)[1] e Mark Spector (produttore riedizione su CD)[2][3]
ArrangiamentiJoan Baez
Registrazione1961, 1962 e 1963
FormatiLP / CD
Joan Baez - cronologia
Album precedente
(1962)
Album successivo
(1964)
Recensioni professionali
Recensione Giudizio
AllMusic 4/5 stelle[4]
The New Rolling Stone Album Guide 3.5/5 stelle[5]

Joan Baez in Concert, Part 2 è un album Live di Joan Baez, pubblicato dalla Vanguard Records nel novembre del 1963[1][6]. Il disco fu registrato in vari concerti nel corso del Miss Baez Tours, il brano We Shall Overcome fu registrato al Miles College di Birmingham, Alabama (Stati Uniti).

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Lato A
  1. Once I Had a Sweetheart – 2:51 (Brano tradizionale)
  2. Jackaroe – 2:57 (Brano tradizionale)
  3. Don't Think Twice, It's All Right – 2:58 (Bob Dylan)
  4. We Shall Overcome – 3:18 (Guy Carawan, Arthur Hamilton, Zilphia Horton, Pete Seeger)
  5. Portland Town – 2:39 (Derroll Adams)
  6. Queen of Hearts – 2:15 (Brano tradizionale)
  7. Medley – 4:39
  8. a) Manhã de Carnaval (Antônio Maria, Luiz Bonfá)
    b) Te ador (Brano tradizionale)
Lato B
  1. Long Black Veil – 2:55 (Danny Dill, Marijohn Wilkin)
  2. Fennario – 3:40 (Brano tradizionale) – Dedicato a Jonathan Biltchik
  3. 'Nu bello cardillo – 3:14 (Brano tradizionale)
  4. With God on Our Side – 6:08 (Bob Dylan)
  5. Three Fishers – 2:45 (Charles Kingsley (testi), John Hullah (musica))
  6. Hush Little Baby – 2:00 (Brano tradizionale)
  7. Battle Hymn of the Republic – 2:45 (Julia Ward Howe)

[1][7]

Edizione CD del 2002, pubblicato dalla Vanguard Records (79599)
  1. Once I Had a Sweetheart – 3:11 (Bert Jansch, John Renbourn, Terry Cox)
  2. Jackaroe – 3:05 (Brano tradizionale; arrangiamento di Joan Baez)
  3. Don't Think Twice, It's All Right – 3:10 (Bob Dylan)
  4. We Shall Overcome – 3:30 (Guy Carawan, Arthur Hamilton, Zilphia Horton, Pete Seeger)
  5. Portland Town – 2:48 (Derroll Adams)
  6. Queen of Hearts – 2:30 (Brano tradizionale; arrangiamento di Joan Baez)
  7. Manhã de Carnaval / Te ador – 4:50 (Antônio Maria, Luiz Bonfá / Brano tradizionale)
  8. Long Black Veil – 3:04 (Danny Dill, Marijohn Wilkin)
  9. Fennario – 4:00 (Brano tradizionale; arrangiamento di Joan Baez)
  10. 'Nu bello cardillo – 2:56 (Brano tradizionale; arrangiamento di Joan Baez)
  11. With God on Our Side – 6:14 (Bob Dylan)
  12. Three Fishers – 2:44 (Charles Kingsley (testi), John Hullah (musica))
  13. Hush Little Baby – 1:24 (Brano tradizionale; arrangiamento di Joan Baez)
  14. Battle Hymn of the Republic – 3:23 (Julia Ward Howe)
  15. Rambler Gambler – 2:04 (Brano tradizionale; arrangiamento di Joan Baez) – Bonus Track
  16. Railroad Bill – 2:07 (Brano tradizionale; arrangiamento di Joan Baez) – Bonus Track
  17. The Death of Emmett Till – 3:53 (A.C. Bilbrew) – Bonus Track
  18. Tomorrow Is a Long Time – 3:14 (Bob Dylan) – Bonus Track
  19. When First Unto This Country a Stranger I Came – 2:45 (Brano tradizionale; arrangiamento di Joan Baez) – Bonus Track
  • Brano Once I Had a Sweetheart nell'album originale è accreditato come brano tradizionale, sul CD è attribuito a Bert Jansch, John Renbourn e Terry Cox
  • Brano nr. 18 registrato nel 1963 a Forest Hills, New York (Stati Uniti)
  • Brani nr. 17 e 19 registrati nel 1963 a Knoxville, Tennessee (Stati Uniti)[3]

Musicisti[modifica | modifica wikitesto]

Note aggiuntive

  • Maynard Solomon - produttore originale (LP)
  • Mark Spectror - produttore riedizione su CD
  • I brani dell'album furono registrati in vari concerti tra il 1961 ed il 1963
  • Il brano We Shall Overcome fu registrato al Miles College di Birmingham, Alabama
  • Il brano Rambler Gambler fu pubblicato in precedenza (del CD) sull'album Very Early Joan
  • I brani: Death of Emmett Till e When First Unto This Country a Stranger I Came furono registrati nel 1963 a Knoxville, Tennessee
  • Il brano: Tomorrow Is a Long Time fu registrato nel 1963 a Forest Hills, New York
  • Fred Powledge - fotografia copertina dell'album originale
  • David Gahr - fotografia copertina CD
  • Bob Dylan - note retrocopertina album originale
  • Arthur Levy - note libretto CD
  • Jules Halfant - art direction (album originale)[8]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Joan Baez - Discography, su joanbaez.com. URL consultato l'8 ottobre 2014 (archiviato dall'url originale il 4 marzo 2016).
  2. ^ (EN) Joan Baez in Concert, Part 2, su AllMusic, All Media Network. URL consultato l'8 ottobre 2014.
  3. ^ a b (EN) Joan Baez in Concert, Part 2, su Discogs, Zink Media. URL consultato l'8 ottobre 2014.
  4. ^ (EN) Richie Unterberger, Joan Baez in Concert, Part 2, su AllMusic, All Media Network. URL consultato il 7 aprile 2016.
  5. ^ da The New Rolling Stone Album Guide di Nathan Brackett con Christian Hoard, pagina 38
  6. ^ (EN) Joan Baez in Concert, Part 2 by Joan Baez, su rateyourmusic.com. URL consultato l'8 ottobre 2014.
  7. ^ (EN) Joan Baez in Concert, Part 2, su Discogs, Zink Media. URL consultato l'8 ottobre 2014.
  8. ^ titoli autori e durata brani + note aggiuntive ricavate dal CD della Vanguard Records, 79599-2, pubblicato nel 2002

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]