Jim Campilongo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jim Campilongo
Jim Campilongo.jpg
NazionalitàStati Uniti Stati Uniti
GenereJazz
Rock
Americana
Rock alternativo
Country
Strumentochitarra elettrica e acustica
EtichettaBlue Hen Records
Album pubblicati8
Sito ufficiale

Jim Campilongo (San Francisco, 8 luglio 1958) è un chitarrista e compositore statunitense, attualmente risiede a New York City. Gran parte delle sue composizioni musicali originali sono strumentali. Ha partecipato, come chitarrista, alle ultime due uscite discografiche di Norah Jones e Martha Wainwright ed è membro del gruppo The Little Willies che include anche la Jones. Jim Campilongo suona una Fender Custom Shop Campilongo Signature Telecaster.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Gli Inizi[modifica | modifica wikitesto]

All'età di 9 anni Campilongo scoprì i Beatles e Jimi Hendrix grazie alle sue due sorelle maggiori. Col tempo si interessò particolarmente all'improvvisazione affermando durante un'intervista: "Sapevo che mi sarebbe piaciuto l'improvvisazione e i lunghi "viaggi" musicali. Per cui ero abituato ad acquistare i dischi esclusivamente tenendo conto della durata dei brani. È così che ho scoperto album come Live in Japan di John Coltrane oppure Devotion di John McLaughlin.[1]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

La carriera di Jim Campilongo ebbe inizio a metà degli anni '70 quando cominciò a studiare chitarra a San Francisco con Bunnie Gregoire che gli insegnò ad affrontare coraggiosamente ogni repertorio da George Van Eps a John Denver. Il primo strumento fu acquistato con Green Stamps. Durante il periodo delle scuole superiori suonava regolarmente con l'amico batterista Ken Owen e a 17 anni cominciò ad esibirsi con le band locali.[2] Una delle più grandi influenze che Campilongo ebbe all'epoca fu Roy Buchanan i concerti del quale vide almeno venti o trenta volte nell'area dei locali della baia di San Francisco.[1]

La carriera discografica iniziò a San Francisco nel 1996 con Jim Campilongo and the 10 Gallon Cats.[3] Dopo alcuni anni di esperienza con i Cats Campilongo lascia per perseguire un'altra direzione raggiungendo un nuovo e creativo acme musicale nel 1998 pubblicando Table For One.

Nel 2002 Jim Campilongo abbandona San Francisco e si trasferisce New York City formando un trio elettrico. Con la nuova formazione si esibisce in Europa e registra il suo album acclamato American Hips per la Blue Hen Records.[4] Nel 2003 fonda il gruppo The Little Willies con Norah Jones, Richard Julian, Lee Alexander e Dan Rieser. Ha collaborato durante i concerti dal vivo e in studio di registrazione con artisti come Cake, Bright Eyes, J.J. Cale, Norah Jones, Teddy Thompson, Al Anderson, Gillian Welch/David Rawlings, Peter Rowan, Jo Williamson, Sunny Ozell, Marilyn Carino e Julia Darling. Questo gli ha permesso di sviluppare uno stile musicale molto ricco e molto duttile; quasi ogni genere e sotto genere musicale può descrivere il suo stile interpretativo.

Steve Smith del TimeOut di New York scrive: "Il suo talento prodigioso è sempre presente mentre la sua band brucia melodie e florilegi infarciti di rock, jazz e country."[5]

Nel 2007 pubblica Heaven Is Creepy finora la sua migliore uscita discografica.[2] Nel 2010 pubblica il suo album più recente Orange. Il lavoro discografico è prodotto da Anton Fier della Golden Palominos ed è stato inciso a Brooklyn. Nel disco sono presenti con Campilongo il bassista acustico Stephan Crump e il batterista e percussionista Tony Mason.

Jim Campilongo suona regolarmente, quasi ogni lunedì sera, al The Living Room sulla Lower East Side a New York City. Di notevole interesse alcuni artisti con i quali ha diviso il palco: Charlie Hunter, Steve Cardenas, Norah Jones, Adam Levy, Martha Wainwright, Chris Cheek, Leah Siegel, Nels Cline.

I suoi brani originali possono essere ascoltati negli spot pubblicitari nazionali statunitensi quali National Grid, Volkswagen, SBC, Michelin e Jack Daniel's. Campilongo è inoltre un editore insegnante della rivista Guitar Player Magazine.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Albums[modifica | modifica wikitesto]

  • 1996 Jim Campilongo & the 10 Gallon Cats, Jim Campilongo & the 10 Gallon Cats
  • 1997 Loose, Jim Campilongo & the 10 Gallon Cats
  • 1998 Table For One, Jim Campilongo Band
  • 2000 Heavy, Jim Campilongo & the 10 Gallon Cats
  • 2000 Live At The DuNord, Jim Campilongo Band
  • 2003 American Hips, Jim Campilongo Electric Trio
  • 2006 Heaven is Creepy, Jim Campilongo Electric Trio
  • 2010 Orange, Jim Campilongo
  • 2014 Dream Dictionary, Jim Campilongo

Collaborazioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Katt, "Katt" - Nutone (1987)
  • Po Go Bo, "Po Go Bo" - Nutone (1987)
  • The Know, "The Know" - Nutone (1987)
  • Click Dark, "President's Breakfast" (1988)
  • Komotion International Various Artists (1989)
  • Looters, "Imago Mundi" - Monster Music (1992)
  • Wilson Gil And The Willful Sinners, "Gunstore, Liquourstore Project" (1992)
  • Preacher Boy and The Natural Blues, "Preacher Boy & The Natural Blues" - Blind Pig (1995)
  • Stephen Yerkey, "Confidence, Man" - Heyday (1995)
  • Preacher Boy and The Natural Blues, "Gutters and Pews" - Blind Pig (1996)
  • Joe Goldmark, "Steelin' the Beatles" - Lo-ball Records (1997)
  • Cake, "Prolonging the Magic" - Capricorn (1998)
  • San Francisco Song Cycle, Vol. 1 Various Artists Olde West (1998)
  • Jim Greer, "Rover Songs" - Fortune Records (1998)
  • "Treasures Left Behind: Remembering Kate Wolf" - Various Artists - Red House (1998)
  • "Full Tan" - Vol. 1 Various Artists Fonit Cetra Records (1999)
  • Joe Goldmark, "All Hat No Cattle" - Hmg Records (1999)
  • "Stranger Than Fiction" - Various Artists Oglio Records (1999)
  • "Fortune Cookies" - Various Artists Fortune Records (2000)
  • Ann Dyer, "When I Close My Eyes" - Sunnyside 2001 As Writer "Sarah"
  • Joe Goldmark, "Strong Like Bull but Sensitive Like Squirrel" - Hmg Records (2001)
  • Kurt Stevenson and Kate Maher - Pentecostal Bouffant Record, "Songs for Camp and Tabernacle" (2001)
  • Sonya Greta, "Vigilante Arcade" - (2003)
  • Mudville, "The Glory Of Man Is Not In Vogue" (2004)
  • "Feber 2 New York" New York Compilation - Amigo Music (2005)
  • Steve Yerkey, "metaneonatureboy" - Echo Records (2005)
  • David Gleason, "Just Fall To Pieces" - Well Worn Records (2005)
  • Julian Summerhill, "The Hologram Cowboys Lay Down With Their Horses" (2005)
  • Michael Shelly, "Goodbye Cheater" - confidentialrecordings (2005)
  • The Little Willies, "The Little Willies" - Milking Bull Records/EMI (2006)
  • Sasha Dobson "Modern Romance" Secret Sun (2006) As Writer "Cold To Colder" (2006)
  • Mudville, "Iris Nova" - (2006)
  • April Cope, "Petals Fall" - Limelight Disc (2006)
  • Richard Julian, "Manhattan" - Blue Note (2006)
  • Wild Animus (Audiobook) - Too Far (2006)
  • Teddy Thompson "Upfront and Down Low" Verve Records(2007)
  • Sean Walsh "American Music" Eyeball Records (2007)
  • Brandi Shearer, "Close to Dark" - Amoeba Records - Sideman and Co-Writer "Swampland" (2007)
  • Chiara Civello "The Space Between" Universal Music Europe - Co-Writer "L Train" (2007)
  • Martha Wainwright "I Know You're Married.." Rounder (2008)
  • Two Foot Yard "Borrowed Arms" Yard Work (2008)
  • Norah Jones "Featuring Norah Jones" Little Willies guitar on "Love Me" Blue Note (2010)
  • Howard Fishman "The World will Be Different" guitar on "Summer Rain" on Autumn Monkey Farm Records (2010)
  • Marika Hughes "The Simplest Thing" (Sideman and Writer) "Pepper" DD Records (2010)
  • Sun Rise "Sun Rise" Jim Campilongo Band on "This Old Man" Starbucks Coffee Company (2011)
  • Nick Casey "Can't Reason Through Love" Guitar on "Bandages" (2011)
  • Jo Williamson "Be The Man" Joscream (2011)

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

|url = http://jimcampilongo.com/ |titolo = Sito ufficiale |autore = |wkautore = |opera = |editore = |data = |lingua = en |formato = |pagina = |pagine = |cid = |citazione = |accesso = 14 gennaio 2014 |urlarchivio = |dataarchivio = |urlmorto = }}

Controllo di autoritàVIAF: (EN169318219 · LCCN: (ENno2011046148