Jane Jacobs

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Jane Jacobs

Jane Jacobs (Scranton, 4 maggio 1916Toronto, 25 aprile 2006) è stata un'antropologa e attivista statunitense naturalizzata canadese.

Le sue teorie hanno influito profondamente sui modelli di sviluppo urbano delle città nordamericane.

Autrice del rivoluzionario Vita e morte delle grandi città. Saggio sulle metropoli americane (1961), criticò fermamente il modello di sviluppo delle città moderne e fu accesa sostenitrice del recupero a misura d'uomo dei nuclei urbani, enfatizzando il ruolo della strada, del distretto, dell'isolato, della vicinanza e della densità, della eterogeneità degli edifici.

Criticò la concezione della città come spazio costruito per essere attraversato dalle automobili e fu nemica dichiarata delle autostrade urbane. Fu Presidente di vari comitati per impedire la costruzione di grandi arterie stradali urbane, sia negli Stati Uniti che nel Canada, paese dove si trasferì nel 1969 e dove visse fino alla morte.

Decise di abbandonare gli Stati Uniti nel 1969, per la sua opposizione alla guerra del Vietnam.

In onore di Jane Jacobs ogni anno, nel primo finesettimana di maggio, in numerose città di tutto il mondo si tiene una manifestazione culturale denominata Jane's walk che consiste in passeggiate libere, gratuite, organizzate localmente, durante le quali le persone si riuniscono per esplorare, parlare e celebrare i loro quartieri, con lo scopo di sviluppare una tradizione e un’educazione urbana, nonché un approccio progettuale basato sulla concertazione con la comunità. Attualmente sul territorio italiano le walks vengono realizzate a Cagliari, Catania, Milano, Napoli, Olbia, Perugia, Roma, San Benedetto Po, Trieste, Venaria Reale (Torino) e Viterbo.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Ufficiale dell'Ordine del Canada - nastrino per uniforme ordinaria Ufficiale dell'Ordine del Canada
«I suoi scritti commenti seminali e stimolanti sullo sviluppo urbano hanno avuto un effetto enorme sugli abitanti delle città, sui progettisti e sugli architetti. Attivista sociale e sostenitrice del principio di pensare globalmente e agire localmente, ha lasciato la sua impronta indelebile sul paesaggio di Toronto. Stimolando la discussione, il cambiamento e l'azione, ha contribuito a rendere le strade della città canadese e i quartieri vivaci, vivibili e funzionali per tutti.»
— nominata il 9 maggio 1996, investita il 22 giugno 1998[1]
Membro dell'Ordine dell'Ontario - nastrino per uniforme ordinaria Membro dell'Ordine dell'Ontario
— 2000

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Cozzolino, S. (2015) Insights and Reflections on Jane Jacobs' Legacy. Toward a Jacobsian theory of the city, Territorio, n. 72: 151-158.

https://www.academia.edu/15810739/Insights_and_Reflections_on_Jane_Jacobs_Legacy._Toward_a_Jacobsian_theory_of_the_city

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN90712053 · ISNI (EN0000 0003 6864 530X · LCCN (ENn80040210 · GND (DE131595520 · BNF (FRcb123086712 (data) · ULAN (EN500106696
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie