Jamie McKendrick

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Jamie McKendrick (Liverpool, 1955) è un poeta e traduttore inglese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Liverpool nel 1955, vive a Oxford dove insegna part-time e collabora con riviste e quotidiani[1].

Dopo gli studi all'Università di Nottingham, è stato titolare di una cattedra all'Università degli Studi di Salerno[2].

Autore di 9 raccolte di liriche, nel 1990 è stato nominato membro della Poetry Society e nel 1997 ha vinto, con The Marble Fly, il Forward Poetry Prize[3].

Oltre alla poesia, svolge un'intensa attività di traduzione dall'italiano, in particolare ha tradotto molte opere di Giorgio Bassani e ha curato un'antologia di poesia italiana del '900 ottenendo due volte, nel 2010 e nel 2016, il John Florio Prize[4].

Opere principali[modifica | modifica wikitesto]

Poesie[modifica | modifica wikitesto]

  • The Sirocco Room (1991)
  • The Kiosk on the Brink (1993)
  • The Marble Fly (1997)
  • Chiodi di cielo (Sky Nails: Poems 1979-1997, 2000), Roma, Donzelli, 2003 traduzione di Luca Guerneri e Antonella Anedda ISBN 88-7989-787-X.
  • Ink Stone (2003)
  • Crocodiles and Obelisks (2007)
  • Out There (2012)
  • Selected Poems (2016)
  • Anomaly (2018)

Alcune traduzioni[modifica | modifica wikitesto]

  • The Embrace: Selected Poems by Valerio Magrelli (2009)
  • Archipelago by Antonella Anedda (2014)

Antologie[modifica | modifica wikitesto]

  • 20th-Century Italian Poems (2004)

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Eric Gregory Award: 1984
  • Forward Poetry Prize: 1997 miglior raccolta con The Marble Fly
  • Oxford-Weidenfeld Translation Prize: 2010 con The Embrace
  • John Florio Prize: 2010 con The Embrace e 2016 con Archipelago
  • Hawthornden Prize: 2013 con Out There

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) About Jamie McKendrick, su poetryarchive.org. URL consultato il 27 febbraio 2019.
  2. ^ (EN) Biografia, bibliografia, riconoscimenti e analisi dell'opera, su literature.britishcouncil.org. URL consultato il 27 febbraio 2019.
  3. ^ (EN) Biografia sintetica, su npg.org.uk. URL consultato il 27 febbraio 2019.
  4. ^ (EN) I vincitori delle edizioni, su societyofauthors.org. URL consultato il 27 febbraio 2019.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN2612560 · ISNI (EN0000 0000 8082 2776 · LCCN (ENn90667269 · GND (DE128395761 · BNF (FRcb13184463c (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n90667269