Jørgen Sonne

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Ritratto dipinto da Wilhelm Marstrand (1853)

Jørgen Valentin Sonne (Birkerød, 24 giugno 1801Copenaghen, 24 settembre 1890) è stato un pittore danese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Suo padre, Jeppe (1771-1833) fu un incisore di rame per la Royal Mint. Intraprese la carriera militare iscrivendosi presso l'Accademia Reale Militare Danese, ma dopo un anno la lasciò per andare all Accademia delle belle arti di Copenaghen.[1] Allo stesso tempo, iniziò a lavorare negli studi di Christian David Gebauer.[2] Dipinse anche alcune immagini originali e aveva una piccolo spettacolo nel 1818.

Scena rurale (1848)

Nel 1828, ricevette una borsa di studio di viaggio dall'Accademia, che lo permisero di visitare Monaco di Baviera, dove divenne allievo del pittore di storia, Peter von Cornelius. Vi rimase per tre anni dal quale dipinse i vari paesaggi del luogo, ma non ebbero un notevole successo. Quando lasciò Monaco di Baviera, andò a Roma, per approfondire i suoi studi, per fare numerosi viaggi di caccia e osservare i contadini rurali e le loro abitudini quotidiane.

Scene durante la Battaglia di Dybbøl

Tornò in Danimarca nel 1841; dalla quale produsse un notevole numero di opere basate sui suoi studi italiani, che aveva fatto a Roma, e quelli raffiguranti i contadini danesi. Nel 1848, dopo l'inizio della prima guerra dello Schleswig, ebbe il permesso di accompagnare l'esercito a Jutland. Molti soldati rimasero impressionati dal modo in cui fosse così calmo e tranquillo in guerra nonostante le pallottole che gli giravano attorno. Durante la Seconda guerra dello Schleswig, pur avendo sessantatré anni, ebbe nuovamente le redini dell'esercito, nella battaglia di Dybbøl e Sønderborg.

Nel 1865, ha ricevuto l'Anckerske Legat (una borsa di studio per scrittori, artisti e compositori) e ritornò in Italia per un anno. Oltre alle sue tele, è noto per la progettazione di un grande murale sulle pareti esterne del Museo Thorvaldsen e per le illustrazioni di un gioco induista, Shakuntala. È stato nominato Cavaliere dell'Ordine del Dannebrog nel 1852, e ha ricevuto il Dannebrogordenens Hæderstegn nel 1881.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Brief biography @ Den Store Danske.
  2. ^ Biographical notes @ Kunstindeks Danmark.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN59882817 · ISNI (EN0000 0000 6677 9994 · GND (DE118910221 · BNF (FRcb12433592b (data) · ULAN (EN500011116 · CERL cnp00542039 · WorldCat Identities (ENviaf-59882817