Itchan Kala

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 41°22′40.8″N 60°21′50.4″E / 41.378°N 60.364°E41.378; 60.364

Flag of UNESCO.svg Bene protetto dall'UNESCO
UNESCO World Heritage Site logo.svg Patrimonio dell'umanità
Itchan Kala
(EN) Itchan Kala
KhivaWalls.jpg
Tipo Culturali
Criterio (iii)(iv)(v)
Pericolo Non in pericolo
Riconosciuto dal 1990
Scheda UNESCO (EN) Scheda
(FR) Scheda

L'Itchan Kala è quella parte murata della città di Khiva (Uzbekistan) in cui ebbe sede il governo dei Khan di Khīwa, che dal XVII secolo si attribuirono il titolo più magniloquente di Shah.

A partire dal 1990 è stata inserita dall'UNESCO tra i Patrimoni dell'umanità.

La città vecchia contiene oltre 50 monumenti storici e 250 vecchie abitazioni, per la maggior parte risalenti al XVIII e XIX secolo. La Moschea-cattedrale (detta anche "Moschea del Venerdì"), ad esempio, venne edificata nel X secolo e ricostruita nel 1788-89, mantenendo ben 112 colonne risalenti alla vecchia versione.

La caratteristica più spettacolare dell'Itchan Kala è costituita dalle sue mura in mattoni e dalle quattro porte situate sui lati della fortezza rettangolare. Le fondamenta delle mura risalgono al decimo secolo, ma le mura odierne, di circa 10 metri d'altezza, vennero erette nel tardo XVII secolo, ed in seguito restaurate.

Monumenti[modifica | modifica wikitesto]

Statua di Muhammad ibn Musa al-Khwarizmi, da cui il termine algorismo.

Porte di ingresso[modifica | modifica wikitesto]

Madrase[modifica | modifica wikitesto]

Moschee[modifica | modifica wikitesto]

Mausolei[modifica | modifica wikitesto]

Palazzi[modifica | modifica wikitesto]

Altri monumenti[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]