Istituto per lo studio degli ecosistemi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La sede dell'istituto a Verbania nel 1938
La sede dell'istituto a Verbania come si presenta oggi

L'Istituto per lo studio degli ecosistemi (ISE) è uno degli istituti del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR), afferente al Dipartimento di scienze del sistema Terra e tecnologie per l'ambiente.

Linee di ricerca[modifica | modifica wikitesto]

L'ISE svolge attività di ricerca, valorizzazione, formazione e trasferimento tecnologico nel settore ambientale, soprattutto in:

Articolazione e sedi[modifica | modifica wikitesto]

Le quattro sedi dell'ISE si occupano di aspetti diversi delle attività di ricerca in campo ambientale:

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La sede di Verbania Pallanza dell'ISE nasce nel 1938 sul Lago Maggiore come Istituto italiano di idrobiologia, voluto da Rosa Curioni per onorare la memoria del marito, il limnologo Marco De Marchi, al quale viene dedicato l'Istituto.

Durante la seconda guerra mondiale la vita dell'Istituto è resa difficile dalle difficoltà economiche e di comunicazione. Tuttavia la guerra portò con sé anche eventi favorevoli per l'Istituto, facendovi confluire scienziati che vi cercarono rifugio. Arrivarono così Adriano Buzzati Traverso, Luigi Luca Cavalli Sforza, Vittorio Tonolli[1] e Giuseppe Ramazzotti. Nel 1944 viene attivata la Sezione Genetica dell'Istituto, per ricerche di genetica e genetica delle popolazioni su materiale idrobiologico e su Drosophila. Dopo la guerra proseguono anche le ricerche di limnologia e di ecologia delle acque. Ospiti illustri si susseguono in visita, tra questi: Ramon Margalef, G. Evelyn Hutchinson, Richard A. Vollenweider, Charles Goldman, Robert G. Wetzel[2] e W. Thomas Edmondson[3].

L'Istituto continua la sua attività di ricerca indipendente fino al 1977 quando diventa uno degli istituti del CNR. Una successiva ristrutturazione degli istituti all'interno del CNR nel 2002 porta all'attuale configurazione, con l'annessione delle sedi di Firenze, Pisa e Sassari[4].

Pubblicazioni[modifica | modifica wikitesto]

Il Journal of Limnology è la rivista internazionale ufficiale dell'ISE con sede a Verbania. Pubblica articoli scientifici su tutti gli aspetti della limnologia. È nata nel 1999 come continuazione delle Memorie dell'Istituto Italiano di Idrobiologia (1942-1998). Pubblicata da PAGEPress[5], è completamente gratuita e fa parte delle riviste ad accesso libero (Directory of Open Access Journals, DOAJ[6]).

Tropical Zoology è la rivista internazionale ufficiale dell'ISE con sede a Firenze. Pubblica articoli scientifici di zoologia in aree tropicali. È nata nel 1988 come continuazione del Monitore Zoologico Italiano (1966-1987). È pubblicata da Taylor&Francis[7].

Negli ultimi 30 anni i ricercatori dell'ISE hanno pubblicato più di 2.000 articoli scientifici, ricevendo oltre 40.000 citazioni[8].

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]