Isola di Dirk Hartog

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Isola di Dirk Hartog
Geografia fisica
LocalizzazioneShark Bay
Coordinate25°50′S 113°05′E / 25.833333°S 113.083333°E-25.833333; 113.083333Coordinate: 25°50′S 113°05′E / 25.833333°S 113.083333°E-25.833333; 113.083333
Superficie620 km²
Dimensioni80 × 15 km
Geografia politica
StatoAustralia Australia
Stato federatoAustralia Occidentale Australia Occidentale
Cartografia
Mappa di localizzazione: Australia
Isola di Dirk Hartog
Isola di Dirk Hartog
voci di isole dell'Australia presenti su Wikipedia

L'isola di Dirk Hartog si trova al largo della costa di Gascoyne, nella Shark Bay (baia degli squali) nello Stato dell'Australia Occidentale.

Geografia e ambiente[modifica | modifica wikitesto]

L'isola è lunga circa 80 km e larga dai 3 ai 15 km per una superficie totale di 620 km² il che la rende l'isola più grande (esclusa la Tasmania) e più a ovest dell'Australia; è situata a circa 850 km a nord di Perth.

L'isola di Dirk Hartog consiste prevalentemente di dune sabbiose ricoperte dalla macchia ed è stata usata più volte come un "grosso allevamento" di pecore arrivando ad averne 20.000. Negli ultimi anni comunque questo numero è stato diminuito per ragioni ambientali.

L'isola, come la baia in cui si trova, fa parte del Shark Bay Marine Park che è uno dei patrimoni dell'umanità. Parte dell'isola è affittata alla famiglia Wardle che la gestisce come meta di ecoturismo; la regione è usata inoltre ampiamente per la pesca sportiva.

L'isola è anche un importante sito per la riproduzione delle tartarughe comuni; oltre a questa specie si riproduce nelle spiagge dell'isola anche la tartaruga verde. Esiste inoltre una sottospecie di uccello endemica dell'isola: la White-winged Fairy-wren.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'isola fu scoperta il 25 ottobre 1616 dal capitano di mare Dirk Hartog che era finito fuori rotta mentre navigava con la sua nave Eendracht da Città del Capo a Batavia (ora Giacarta).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN315529647