Indrasakdi Sachi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Indrasakdi Sachi
HM Queen Indrasakdi Sachi.jpg
La Principessa Indrasakdi Sachi
Regina consorte del Siam
In carica 1° gennaio 1922 –
15 settembre 1925
Predecessore Saovabha Bongsri
Successore Rambhai Barni
Principessa consorte del Siam
In carica
Predecessore Dara Rasmi
Successore Lakshamilavan
Nome completo thailandese: อินทรศักดิศจี
italiano: Indrasakdi Sachi
Trattamento Sua Maestà
Altri titoli Principessa del Siam
Nascita Bangkok, Regno del Siam, 10 giugno 1902
Morte Bangkok, Regno di Thailandia, 30 novembre 1975
Dinastia Sucharitakul per nascita
Chakri per matrimonio
Padre Pluem Sucharitakul
Madre Kimlai Tejakambuja
Consorte Vajiravudh del Siam
Religione Buddismo Theravada

La principessa Indrasakdi Sachi[2] (อินทรศักดิศจี), già regina Indrasakdi Sachi, nata Praphai Sucharitakul[1] (Bangkok, 10 giugno 1902Bangkok, 30 novembre 1975) è stata una sovrana siamese.

Era una consorte reale del re Vajiravudh (Rama VI) del Siam. Era figlia di Chao Praya Sudharm Montri, sorella minore di Pra Sucharit Suda. Il nome significa "Sachi moglie di Indra".

È diventata regina a causa della sua gravidanza, rendendo il re Vajiravudh estremamente felice per un erede molto atteso.[3] In realtà non sarebbe mai arrivato, dal momento che la regina ha abortito due o tre volte durante la sua tenuta come regina. Successivamente è stata retrocessa di un grado a principessa consorte.[4]

Titoli[modifica | modifica wikitesto]

  • 1902-1921: Miss Prabai Sucharitakul
  • 1921-1921: Phra Indrani, Concubina Reale
  • 1921-1922: Sua Altezza Reale la Principessa Indrasakdi Sachi, La Principessa Consorte
  • 1922-1925: Sua Maestà la Regina del Siam
  • 1925-1925: Sua Altezza Reale la Principessa Indrasakdi Sachi, la Principessa Consorte
  • 1925-1975: Sua Altezza Reale la Principessa Indrasakdi Sachi, la Principessa Consorte del Re Rama VI

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN6723151304670849460004 · WorldCat Identities (ENviaf-6723151304670849460004