Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Vajiravudh

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Rama VI
King Vajiravudh (Rama VI) in British General's uniform.jpg
Re del Siam
Stemma
In carica 23 ottobre 1910 - 25 novembre 1925
Predecessore Rama V
Successore Rama VII
Nascita Grande Palazzo Reale di Bangkok, 1º gennaio 1881
Morte Grande Palazzo Reale di Bangkok, 25 novembre 1925 (44 anni)
Dinastia Chakri
Padre Re Chulalongkorn
Madre Regina Saovabha Bongsri
Consorte Suvadhana
Indrasakdi Sachi
Lakshamilavan
Sucharit Suda
Firma Signature of King Vajiravudh.svg

Vajiravudh, nome completo: Phra Bat Somdet Phra Poramenthara Maha Vajiravudh Phra Mongkut Klao Chao Yu Hua {in thai: พระบาทสมเด็จพระปรเมนทรมหาวชิราวุธฯ พระมงกุฎเกล้าเจ้าอยู่หัว), chiamato anche Rama VI o Phra Mongkut Klao[1] (Bangkok, 1º gennaio 1881Bangkok, 25 novembre 1925), fu re del Siam, sesto sovrano della dinastia Chakri.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ritratto di Vajiravudh nel 1890, durante il suo periodo di studi in Inghilterra

Il principe Vajiravudh era figlio di re Chulalongkorn e di Saovabha Bongsri, una delle quattro regine consorti del sovrano. Compì gli studi a palazzo reale in lingua siamese e inglese. Nel 1893 si trasferì in Inghilterra dove fu affidato a un tutore privato. Nel 1895 morì il suo fratellastro ed erede al trono Vajirunhis e il padre lo nominò nuovo principe della corona del Siam. Dal 1898 proseguì gli studi all'accademia militare del Royal Military College di Sandhurst; dopo il diploma prestò servizio per un breve periodo nell'Esercito britannico nella fanteria leggera e frequentò un corso per ufficiali alla Scuola di moschetteria di Hythe (Kent).[1][2]

Nel 1890 e 1891 fu iscritto al College Christ Church dell'Università di Oxford, dove studiò Legge e Storia ma non riuscì a laurearsi per problemi di salute. Nel periodo trascorso in Inghilterra, Vajiravudh si appassionò di letteratura inglese e in particolare di Shakespeare, del quale avrebbe in seguito tradotto in siamese diverse opere. Fu di quegli anni la prima monografia storica che scrisse, riguardante la guerra di successione polacca. Rappresentò il padre in importanti occasioni come il funerale della regina Vittoria e l'incoronazione del successore re Edoardo VII.[2]

Tornò in Siam nel 1902 e nel 1904 entrò come novizio in un tempio buddhista, secondo un'antica tradizione nazionale. Trascorse gli anni compresi tra il suo ritorno e l'ascesa al trono a servire nella pubblica amministrazione. Nel 1906, il padre Chulalongkorn viaggiò in Europa per farsi curare i polmoni e nominò Vajiravudh reggente del regno.[2]

Salì al trono alla morte del padre 1l 23 ottobre 1910. Proseguì sulla strada tracciata dal nonno Rama IV e dal padre per ammodernare lo Stato dando impulso alle arti, facendo costruire grandi palazzi e sviluppando il sistema ferroviario. Sviluppò la tradizione di mandare a studiare in Europa i giovani membri della casa reale e delle famiglie borghesi siamesi al fine di creare una classe dirigente moderna ed efficiente. Diede anche slancio ai movimenti nazionalisti.

Con Vajiravudh fu inaugurato nel 1916 il nuovo sistema di denominazione dinastica, il sovrano assunse il nome di Rama VI, stabilendo per i suoi predecessori i nomi postumi di Rama I e Rama II ecc. Il nome Rama è il diminutivo di Ramathibodi, fondatore del Regno di Ayutthaya,[3] e rievoca quello della divinità induista Rāma, settimo avatar del dio Viṣṇu, che in questa forma si manifesta come regale principe per risollevare le sorti morali dell'umanità.

Durante la prima guerra mondiale mantenne inizialmente un atteggiamento neutrale, salvo poi dichiarare guerra a Germania e Austria-Ungheria il 22 luglio 1917 e inviare un corpo di spedizione in Francia.

Nel 1925 Rama VI morì senza eredi maschi (la moglie diede alla luce la loro prima e unica figlia appena due ore dopo il suo decesso) ed il trono passò nelle mani del fratello minore Prajadhipok.

Le grandi spese per ammodernare lo Stato sostenute durante il regno di Vajiravudh e in quello del padre, unite alla grande depressione che seguì il crollo di Wall Street nel 1929, portarono alla grave crisi politica e finanziaria nazionale che sfociò nella cosiddetta rivoluzione siamese del 1932, il colpo di Stato che costrinse il suo successore Rama VII a concedere la monarchia costituzionale. A tale evento contribuirono anche il grande spazio che Rama VI aveva concesso ad alcune frange dell'aristocrazia, con cui la monarchia aveva perduto molti dei privilegi ottenuti durante il regno di Rama V. I promotori del colpo di Stato furono gli ex studenti ed allievi ufficiali mandati a studiare in Europa durante il suo regno, che soprattutto in Francia erano venuti in contatto con le istanze democratiche e socialiste dell'epoca.[4]

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze siamesi[modifica | modifica wikitesto]

Gran Maestro dell'Ordine della Casata Reale di Chakri - nastrino per uniforme ordinaria Gran Maestro dell'Ordine della Casata Reale di Chakri
Gran Maestro dell'Ordine delle Nove Gemme - nastrino per uniforme ordinaria Gran Maestro dell'Ordine delle Nove Gemme
Gran Maestro dell'Ordine di Chula Chom Klao - nastrino per uniforme ordinaria Gran Maestro dell'Ordine di Chula Chom Klao
Gran Maestro dell'Ordine al merito - nastrino per uniforme ordinaria Gran Maestro dell'Ordine al merito
Gran Maestro dell'Ordine di Rama - nastrino per uniforme ordinaria Gran Maestro dell'Ordine di Rama
Gran Maestro dell'Ordine dell'Elefante Bianco - nastrino per uniforme ordinaria Gran Maestro dell'Ordine dell'Elefante Bianco
Gran Maestro dell'Ordine della Corona - nastrino per uniforme ordinaria Gran Maestro dell'Ordine della Corona
Gran Maestro dell'Ordine di Vallabhabhorn - nastrino per uniforme ordinaria Gran Maestro dell'Ordine di Vallabhabhorn
Gran Maestro dell'Ordine di Vajira Mala - nastrino per uniforme ordinaria Gran Maestro dell'Ordine di Vajira Mala

Onorificenze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere dell'Ordine Supremo della Santissima Annunziata - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine Supremo della Santissima Annunziata
— 1901
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro
— 1901
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Corona d'Italia - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Corona d'Italia
— 1901
Cavaliere dell'Ordine dell'Aquila Nera - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine dell'Aquila Nera
Cavaliere dell'Ordine al merito della corona prussiana - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine al merito della corona prussiana
Cavaliere dell'Ordine dell'Elefante - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine dell'Elefante
— 27 luglio 1897

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Vajiravudh, in Enciclopedia Britannica, Encyclopædia Britannica, Inc. URL consultato il 25 luglio 2018.
  2. ^ a b c (EN) Obituary of King Vajiravudh, Rama VI of Siam, su zenjournalist.com, The Times. URL consultato il 26 luglio 2018 (archiviato dall'url originale il 25 luglio 2018).
  3. ^ (EN) Baker, Christopher John e Phongpaichit, Pasuk, A History of Thailand, New York, Cambridge University Press, 2005, p. 71, ISBN 978-0-521-81615-1.
  4. ^ (EN) Stowe, Judith, Siam Becomes Thailand: A Story of Intrigue, C. Hurst & Co. Publishers, 1991, p. 9-37, ISBN 1-85065-083-7.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN18601114 · ISNI (EN0000 0000 3177 4851 · LCCN (ENn83162152 · GND (DE12440345X · BNF (FRcb10555620j (data)