Impianto Hi-Fi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Impianto Hi-Fi della Yamaha

Per impianto Hi-Fi o sistema Hi-Fi si intende l'insieme dei componenti necessari per la riproduzione della musica con alta fedeltà. Le sorgenti disponibili sono varie, la radio, il disco in vinile, il nastro magnetico, il CD Audio con le sue varie versioni e ultimamente anche la cosiddetta musica liquida. Questo insieme, nelle versioni più economiche, viene comunemente chiamato stereo.

Componenti[modifica | modifica wikitesto]

I più moderni impianti Hi-Fi di fascia economica possono avere una porta USB e/o un lettore di schede di memoria per la riproduzione di MP3 e possono avere anche un "dock" per collegarci un lettore multimediale Apple (ovvero l'iPod e gli iPhone). Negli Hi-Fi a componenti separati questa funzionalità è spesso integrata nel lettore CD.

Tipologie[modifica | modifica wikitesto]

Gli impianti Hi-Fi si distinguono in due categorie:

  • Componenti separati
  • Mini Hi-Fi e Micro Hi-Fi

Componenti separati[modifica | modifica wikitesto]

È la tipologia di impianto che offre le prestazioni migliori. In questi sistemi ogni supporto, come i file audio, viene riprodotto da un dispositivo dedicato a quella funzione. Inoltre, può essere implementata anche una sezione video dalle massime prestazioni (nei sistemi Hi-end è l'unica adottata). I vari dispositivi vengono collegati tra loro tramite cavi sbilanciati termitati con connettore RCA oppure tramite cavi bilanciati termitati con connettori XLR. Il cuore dell'impianto è costituito da un dispositivo chiamato amplificatore stereo integrato, oppure da un dispositivo simile separato in due parti (o telai) , il preamplificatore e il finale di potenza.

Ultimamente, nella fascia bassa del mercato, alcune aziende produttrici di Hi-Fi stanno mettendo sul mercato dei lettori che svolgono più funzioni contemporaneamente. Tra questi si citano:

  • Il Teac AD-800 che svolge sia la funzione di mangiacassette e di lettore CD.
  • Il Kenwood R-K1000 che è un amplificatore integrato con un sintonizzatore radio.

Alcuni modelli di Hi-Fi a componenti separati sono stati venduti sotto forma di kit, tra questi si cita il sistema Midi della Kenwood, chiamato ufficialmente "perla nera", ora fuori produzione.

Mini Hi-Fi e Micro Hi-Fi[modifica | modifica wikitesto]

I mini Hi-Fi e i Micro Hi-Fi sono degli impianti dove tutti i lettori sono integrati nello stesso dispositivo. Generalmente vengono venduti anche con i diffusori.

Questi impianti hanno un costo minore rispetto a quelli a componenti separati però hanno una inferiore flessibilità:

  • In caso di rottura di un solo lettore si deve sostituire l'intero impianto, invece in quelli a componenti separati si sostituisce solo il componente rotto.
  • Bisogna essere vincolati alle scelte del produttore, invece in quelli a componenti separati l'utente può personalizzarlo come vuole.

Docking station per iPod[modifica | modifica wikitesto]

Le docking station per iPod sono dei micro Hi-Fi progettati per l'ascolto della musica attraverso l'iPod. Si parla di docking station quando l'unica sorgente disponibile è l'iPod (possono avere al massimo il sintonizzatore radio), altrimenti si parla di micro o mini Hi-Fi.

Il declino dei componenti separati[modifica | modifica wikitesto]

Nell'elettronica di consumo, a causa dell'avvento degli MP3 e dal successo dei micro Hi-Fi (forse dovuto al suo prezzo inferiore ad un impianto a componenti separati) le vendite dei componenti separati sono calate, e molte aziende stanno ritirando dal mercato molti componenti separati. A titolo di esempio la Kenwood ha in catalogo un solo amplificatore integrato, il R-K1000 e un solo lettore CD, il DF-K1000, oggi venduti insieme nel kit K-1000.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]