Il vampiro (racconto)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il vampiro
Titolo originale The Vampyre
Houghton EC8.P7598.819va (A) - Vampyre, 1819.jpg
frontespizio della prima edizione
Autore John William Polidori
1ª ed. originale 1819
Genere racconto
Lingua originale inglese
Ambientazione XIX secolo (non specificato)
Protagonisti Aubrey

Il vampiro è un racconto breve scritto da John Polidori pubblicato nel 1819.

Fu pubblicato per la prima volta il 1º aprile 1819 da Colburn sulla rivista New Monthly Magazine. Erroneamente il racconto fu attribuito a Lord Byron, il quale però smentì subito di esserne l'autore. Ebbe comunque un immediato successo in Europa, soprattutto in Germania dove fu tradotto nello stesso anno, un po' meno in Inghilterra a causa della falsa attribuzione a Byron, che in quel periodo era sotto scandalo. Polidori riuscì a trasformare il vampiro del folklore nella forma che oggi è più conosciuta, ovvero quella del demone aristocratico che cerca le sue prede nell'alta società.

Genesi della storia[modifica | modifica wikitesto]

Nel maggio del 1816, ricordato come l'anno senza estate, Lord Byron, accompagnato dal medico Polidori, invitò a Villa Diodati Percy Bysshe Shelley, la sua compagna nonché futura moglie Mary Wollstonecraft Godwin e Jane Clairmont, sorellastra di Mary e all'epoca amante di Byron. A causa della pioggia incessante passano il tempo leggendo storie di fantasmi, come le Fantasmagoriana o il romanzo Vathek di William Beckford, finché Byron propone di fare una gara a chi riuscirà a scrivere il racconto di paura più bello. Soltanto due riescono a portare a termine la sfida: Mary scriverà il suo celebre romanzo Frankenstein e Polidori, partendo da un frammento di una storia di Byron, porterà a termine Il Vampiro. Ma anche Byron e Percy Bysshe Shelley riuscirono a scrivere i loro racconti, meno importanti.[senza fonte]

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Lord Ruthven Conte di Marsden - un nobile inglese, il vampiro
  • Aubrey - un giovane gentiluomo
  • Ianthe - una giovane donna greca di cui Aubrey si innamora
  • la sorella di Aubrey - futura sposa del Conte di Marsden

Note[modifica | modifica wikitesto]


Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Switzer, R. "Lord Ruthwen and the Vampires." The French Review, 1955.[1]
  • John Polidori e Anne Crawford Flexner, Nota biobibliografica, in Polidori Il vampiro seguito da Un mistero della campagna romana di Anne Crawford, traduzione di Erberto Petoia, illustrazioni di Edvard Munch(copertina), I, Roma, Tascabili Economici Newton, 1993, p. 19, ISBN 88-7983-011-2.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura
  1. ^ (EN) J Gordon Melto, Vampire: A Chronology, in The Vampire Book: The Encyclopedia of the Undead, 10ª ed., Detroit, Visible Ink Press,, 2011 [1994], p. XXIII, ISBN 978-1-57859-281-4. URL consultato il 23 marzo 2017.