Esaurimento nervoso

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.

L'esaurimento nervoso (più propriamente nevrastenia) è un'espressione popolare, riferita ad un insieme di patologie psicologiche e neurologiche definite genericamente.[1]

Sintomi[modifica | modifica wikitesto]

La sintomatologia individua i seguenti sviluppi[1]:

Dal punto di vista medico, l'esaurimento è assimilabile al crollo psicotico.

Aspetto linguistico[modifica | modifica wikitesto]

È da notare come a livello medico-scientifico l'espressione non trovi riscontro. La diffusione popolare trae origine dal probabile errore di traduzione dell'inglese «mental breakdown»: il termine indica, infatti, l'ansia e il disturbo depressivo. Talora il termine neurastenia è usato per indicare la sindrome della fatica cronica.[2]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b nevròsi e neuròsi, Sapere.it.
  2. ^ Fatica in psichiatria e CFS: diagnosi differenziali

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]