Idrosolfuro di sodio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Idrosolfuro di sodio
Formula di struttura.
Nomi alternativi
Solfidrato di sodio
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolareNaHS
Massa molecolare (u)56,063 g/mol
Numero CAS16721-80-5
Numero EINECS240-778-0
PubChem28015
SMILES
[Na+].[SH-]
Proprietà chimico-fisiche
Densità (g/cm3, in c.s.)1,79
Temperatura di fusione350 °C (662 °F; 623 K) (anidro)
55 °C (diidrato)
22 °C (triidrato)
Temperatura di ebollizione42,5 °C (108,5 °F; 315,6 K) solubilità_acqua = 50 g/100 ml (22 °C)
Indicazioni di sicurezza
Punto di fiamma90 °C (194 °F; 363 K)
Simboli di rischio chimico
pericoloso per l'ambiente corrosivo tossicità acuta
Frasi H290 - 301 - 314 - 400
Consigli P273 - 280 - 303+361+6353 - 305+351+338 [1]

L'idrosolfuro di sodio è un composto chimico di formula NaHS, risultante dalla semi neutralizzazione del solfuro di idrogeno con idrossido di sodio. Utilizzato spesso in soluzione acquosa, ma a volte anche allo stato solido, l'idrosolfuro di sodio è un utile reagente per la sintesi di composti dello zolfo sia organici che inorganici. A temperatura ambiente questo composto si presenta come un solido incolore caratterizzato dall'odore pungente tipico del solfuro di diidrogeno, H2S, dovuto alla sua reazione con l'umidità atmosferica, e da una relativamente bassa temperatura di fusione di 350 °C.
Contrariamente al solfuro di sodio, Na2S, insolubile in solventi organici, l'NaSH, essendo un elettrolita 1:1 (ovvero un elettrolita in cui vi è un ugual numero di ioni positivi e ioni negativi), è molto più solubile.

Struttura e proprietà[modifica | modifica wikitesto]

Struttura monoclina (P21/m) dell'idrogenosolfuro di sodio a bassa temperatura (< -159 °C, 114 K).

L'NaHS cristallino passa attraverso due transizioni di fase. A temperature superiori a 360 K, l'NaHS adotta la struttura cubica a facce centrate del cloruro di sodio, NaCl, il che implica che gli ioni HS- si comportino come anioni sferici a causa della loro rapida rotazione che fa sì che ogni HS- occupi allo stesso modo ognuna della otto posizioni equivalenti. Al di sotto dei 360 K, l'NaHS adotta una struttura romboedrica con gli gli ioni HS- che assumono un aspetto discoidale. Al di sotto dei 114 K, infine, la struttura dell'idrosolfuro di sodio è monoclina. Un simile comportamento si riscontra anche nei composti analoghi di rubidio e di potassio.[2]

Oltre alle già menzionate forme anidre, l'idrosolfuro di sodio può essere ottenuto anche in forma diidrata, NaHS·2H2O e triidrata NaHS·3H2O. Tutti e tre questi composti sono incolori ed hanno comportamento simile, sebbene non identico.

Preparazione[modifica | modifica wikitesto]

La procedura di preparazione dell'NaHS comunemente utilizzata in laboratorio prevede la realizzazione di una reazione acido-base tra metossido di sodio, NaOMe, e solfuro di idrogeno (chiamato anche acido solfidrico):[3]

NaOMe + H2S → NaHS + MeOH

La qualità dell'NaHS ottenuto può essere saggiata attraverso una titolazione iodometrica, sfruttando la capacità dello ione HS- di ridurre lo iodio, I2.

Applicazioni[modifica | modifica wikitesto]

La produzione annua di idrosolfuro di sodio è nell'ordine delle migliaia di tonnellate. I suoi impieghi principali sono:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Safety Data Sheet -Sodium Hydrosulfide Solution (PDF), Tessenderlo Kerley. URL consultato il 26 settembre 2017.
  2. ^ F. Haarmann, H. Jacobs, E. Roessler e J. Senker, Dynamics of anions and cations in hydrogensulfides of alkali metals (NaHS, KHS, RbHS): A proton nuclear magnetic resonance study, in J. Chem. Phys., vol. 117, nº 3, 2002, pp. 1269–1276, DOI:10.1063/1.1483860.
  3. ^ R. I. Eibeck, Sodium Hydrogen Sulfide, in Inorganic Syntheses, vol. 7, 1963, pp. 128–31, DOI:10.1002/9780470132388.ch35, ISBN 978-0-470-13238-8.
  4. ^ Sodium hydrosulfide hydrate, IFA. URL consultato il 26 settembre 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Chimica Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia