Tiourea

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Tiourea
formula di struttura
Nomi alternativi
tiocarbammide
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolareH2NCSNH2
Massa molecolare (u)76,12 g/mol
Aspettosolido incolore
Numero CAS62-56-6
Numero EINECS200-543-5
PubChem2723790
SMILES
C(=S)(N)N
Proprietà chimico-fisiche
Densità (g/cm3, in c.s.)1,405 (20 °C)
Solubilità in acqua137 g/l (20 °C)
Temperatura di fusione171 °C (444 K)
Indicazioni di sicurezza
Temperatura di autoignizione440 °C (713 K) (in polvere)
Simboli di rischio chimico
tossico a lungo termine pericoloso per l'ambiente irritante
pericolo
Frasi H302 - 351 - 361d - 411
Consigli P273 - 281 - 308+313 [1]

La tiourea (o tiocarbammide) è l'omologo solforato dell'urea.

A temperatura ambiente si presenta come un solido incolore inodore. È un composto nocivo, pericoloso per l'ambiente, tossico per la riproduzione.

È considerato possibile cancerogeno per l'uomo ed infatti la sua somministrazione cronica nei ratti ha condotto alla comparsa di tumori epatici. Depressione midollare è stata riportata parimenti. Possiede proprietà biologiche specifiche dirette verso il tessuto tiroideo: è infatti un inibitore del trasporto di iodio organico dal sangue dentro la tiroide per azione competitiva sul trasportatore posto sulla membrana delle cellule tiroidee (SIT).

Sulla base della sua struttura chimica sono stati sviluppati farmaci che ancora oggi sono usati contro le patologie da iper-tiroidismo, come la malattia di Graves. Due di questi farmaci sono il carbimazolo ed il metimazolo.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ scheda della tiourea su IFA-GESTIS

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Chimica Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia