Idelette de Bure

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Idelette de Bure

Idelette de Bure (Guelderland, 1509Ginevra, aprile 1549) fu la moglie del riformatore religioso francese Giovanni Calvino.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Si sa molto poco di lei: incontrò Calvino a Strasburgo, quando era ancora sposata con Jean Storder, pastore ex-anabattista di Liegi, con il quale aveva avuto due figli, e che si dice che Calvino abbia convertito alla sua fede. Calvino frequentò spesso la loro casa e, dopo la morte di Stoder, sposò Idelette nell'agosto 1540 e con lei e i suoi figli si trasferì nel 1541 a Ginevra.

Nel 1542 Idelette ebbe un parto prematuro e il neonato, battezzato con il nome di Jacques, morì due settimane dopo: anche altri due figli, nati nel 1544 e nel 1546, morirono prematuramente. Molto attiva nella cura dei malati e dei poveri, ebbe dei seri problemi di salute e morì nel 1549. Calvino la ricordò come «un aiuto fedele nel ministero » e la sua migliore amica: «non mi parlò mai della sua malattia né mi provocò alcuna preoccupazione con i suoi figli».

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Un portrait de la femme de Calvin, N. Weiss; Fontenay-aux-Roses, L. Bellenand 1907
  • Idelette, a novel based on the life of Madame John Calvin; Edna Gerstner; Grand Rapids, Zondervan Pub. House 1963
  • Women of the Reformation in England and France, Bainton, Roland; Boston, MA: Beacon Press 1974 ISBN 0-8070-5649-9
  • Moi, Idelette de Bure, épouse Calvin: mémoires imaginaires; Marc-François Gonin; Genève, Slatkine 1990
  • Je me prénomme Idelette et j'ai épousé Jean Calvin: biographie romancée de Madame Jean Calvin, Edna Gerstner; Champigny-sur-Marne, Concordia 1994
Controllo di autoritàVIAF (EN97716762 · ISNI (EN0000 0001 0496 4833 · LCCN (ENn97018904 · GND (DE119124009 · BNF (FRcb12439401c (data) · CERL cnp00547875 · WorldCat Identities (ENlccn-n97018904