Ich hatt' einen Kameraden

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
su una fontana a Spira

Ich hatt' einen Kameraden (Avevo un camerata), conosciuta anche come Der gute Kamerad (Il buon camerata), è una lamentazione tradizionale delle Forze Armate Tedesche. Il testo fu scritto dal poeta tedesco Ludwig Uhland nel 1809, mentre nel 1825 fu scritta la musica del brano dal compositore Friedrich Silcher.

Questo brano gioca un importante ruolo cerimoniale nelle Forze Armate Tedesche ed è una parte integrante dei funerali militari. Inoltre la canzone è diventata tradizionale anche nelle esequie dell'Armata Austriaca e dei vigili del fuoco austriaci. Infine il brano è utilizzato per militari di alcuni gradi dell'Armata francese, in particolare nella Legione straniera; quando la canzone viene eseguita, i soldati compiono il gesto del saluto, un onore altrimenti riservato all'inno nazionale.

Occasionalmente il brano viene eseguito alle cerimonie civili, molto spesso quando il defunto era stato legato in qualche modo all'esercito, ed è comunemente cantata ai funerali dei membri di una Studentenverbindung. Inoltre viene suonata durante il Volkstrauertag, il Remembrance Day tedesco, in memoria dei caduti.

Testo della canzone[modifica | modifica wikitesto]

Ich hatt' einen Kameraden,
Einen bessern findst du nit.
Die Trommel schlug zum Streite,
Er ging an meiner Seite
In gleichem Schritt und Tritt.

Eine Kugel kam geflogen:
Gilt sie mir oder gilt sie dir?
Sie hat ihn weggerissen,
Er liegt zu meinen Füßen
Als wär's ein Stück von mir.

Will mir die Hand noch reichen,
Derweil ich eben lad'.
"Kann dir die Hand nicht geben,
Bleib du im ew'gen Leben
Mein guter Kamerad!".

Io avevo un camerata,
non ce n’è miglior ahimé.
Che tuonasse la battaglia,
che fischiasse la mitraglia,
saldo stava accanto a me,
saldo stava accanto a me.

Una palla, tra migliaia,
destinata a trarti al ciel!
Colpito t’ebbe al petto,
t’accasciati senza un detto,
camerata mio, fratel!
Camerata mio, fratel!

Mi tendevi ancor la mano,
implorandomi invan:
- Non ti posso qui aiutare,
mentre deggio ancor sparare.
Ci vedremo in ciel doman,
ci vedremo in ciel doman! -

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]