Hyperversum - Il cavaliere del tempo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Hyperversum - Il cavaliere del tempo
AutoreCecilia Randall
1ª ed. originale2008
Genereromanzo
Sottogenerefantasy storico, avventura, per ragazzi
Lingua originaleitaliano
AmbientazioneFrancia, XIII secolo
SerieHyperversum
Preceduto daHyperversum - Il falco e il leone
Seguito daHyperversum Next

Hyperversum - Il cavaliere del tempo è un romanzo fantasy di ambientazione storica per ragazzi del 2008 scritto da Cecilia Randall (pseudonimo dell'italiana Cecilia Randazzo), terzo della serie iniziata con Hyperversum. Come i precedenti è stato pubblicato da Giunti Editore.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Sono passati tre anni da quando Ian e Daniel si sono separati, scegliendo epoche diverse in cui vivere. Daniel, ormai laureato e futuro marito della sua fidanzata Jodie, dalla quale avrà presto un bambino, continua caparbiamente a giocare a Hyperversum, nella speranza di riaprire il passaggio verso il medioevo e reincontrare così il suo vecchio amico Ian, conosciuto nella storia con il soprannome di Falco d'argento. Purtroppo i suoi tentativi non hanno mai successo.

Un giorno, però, Daniel riceve una misteriosa e-mail firmata Falco d'argento, che contiene indizi che lo fanno subito pensare a Ian. Con la speranza di ritrovare l'amico, Daniel reimposta la partita di Hyperversum seguendo le indicazioni della e-mail, ma scopre che a inviarla è stato un ragazzo canadese di nome Ty Hamilton, che ha usato il nome di Falco d'argento solo per attirare il suo interesse.

Mentre i due sono in partita, Hyperversum riapre di colpo il passaggio verso il medioevo. Daniel perde di vista Ty Hamilton e si ritrova così nel mezzo della Crociata Albigese, dove ritrova Ian che, nei panni di Jean Marc de Ponthieu, si fa un altro nemico: Adolphe de Gant, soprannominato "il corvo", un vicecomandante crociato e barone francese di origini inglesi, ipotetico vassallo di Simone IV di Montfort.

L'astio di costui verso Ian inizia dopo la strage commessa dai crociati nella città di Pienne (città immaginaria) e sfocia in odio dopo che Ian scopre che il crociato ruba buona parte delle ricchezze sottratte alle sue vittime e che dovrebbero invece andare ai comandanti crociati. Per eliminare un testimone scomodo, Gant prepara un agguato a Ian, al ritorno del viaggio intrapreso per salvare Ty (imprigionato a Morges, il castello di Gant).

Ian riesce a salvarsi, anche grazie all'intervento di Geoffrey Martewall. Al suo ritorno a corte, non riesce però a dimostrare il coinvolgimento di Gant nell'agguato, ma ottiene almeno che il crociato venga messo sotto inchiesta per furto. La vendetta di Gant raggiunge Ian durante il ritorno a Chatel-Argent. Il crociato cerca di avvelenare Daniel, Ty, Ian e tutta la sua famiglia. Tre cavalieri muoiono e lo stesso Ty rimane intossicato gravemente. Daniel è costretto a riportarlo nel presente per curarlo, ma al fatto assiste per caso il conte Guillaume de Ponthieu, il fratello adottivo di Ian. Ritenendo di aver assistito a una stregoneria, il conte bandisce Ian dal suo feudo e lo caccia dalla famiglia.

Ian, sconvolto per aver perso Isabeau e tutto ciò che aveva faticosamente costruito nel medioevo, decide di vendicarsi di Gant e con l'aiuto degli ex compagni d'armi insegue il crociato, in fuga verso l'Inghilterra. La fuga di Gant viene fermata da Martewall, che, assieme a Ian ed i suoi compagni, dà inizio ad una sanguinosa battaglia contro il crociato. Dopo un terribile duello Gant viene colpito e ucciso da una freccia di Daniel. Ian ottiene la sua vendetta, ma non ha più né casa né famiglia ed è costretto a ritornare nel XXI secolo.

Dopo aver tentato inutilmente di far adattare di nuovo Ian alla vita moderna, Daniel decide di aiutare l'amico a ottenere il perdono del conte Guillaume e lo riporta indietro nel tempo. Dopo un primo tentativo inutile, Ian si ritira presso il monsastero di Saint-Michel a espiare quelle che considera le sue colpe. Solo dopo molti mesi riceverà il perdono di Guillaume e potrà tornare a Chatel-Argent per veder nascere il secondo figlio Michel.

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Cecilia Randall, Hyperversum - Il cavaliere del tempo, Giunti, 2008, pp. 720, cap. 43.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]