Hugo (cocktail)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Hugo
15-09-26-RalfR-WLC-0059.jpg
Origini
Luogo d'origine Italia Italia
Regione Provincia di Bolzano
Diffusione
Dettagli
Categoria bevanda
Ingredienti principali
 

L'Hugo è un aperitivo leggermente alcoolico, originario dell'Alto Adige, ma diffuso in Triveneto, Austria, Svizzera e Germania[1][2], a base di prosecco, sciroppo di fiori di sambuco (o di melissa), seltz (o acqua gassata) e foglie di menta.

Origini[modifica | modifica wikitesto]

Come ricostruito dalle riviste Mixology[1] e Der Spiegel[3], l'hugo è stato ideato nel 2005 dal barman di Naturno Roland Gruber[4], come alternativa allo spritz, e si è rapidamente diffuso anche oltre i confini altoatesini.[1] Inizialmente la ricetta prevedeva l'utilizzo dello sciroppo di melissa, poi nella pratica sostituito dallo sciroppo di fiori di sambuco, più facilmente reperibile.[1]

Il nome fu scelto a caso dal suo ideatore: inizialmente aveva pensato a Otto, ma non gli parve adatto.[1]

Un'altra versione fa invece nascere l'hugo alla fine degli anni novanta in un rifugio della Val di Fassa.[5]

Descrizione e composizione[modifica | modifica wikitesto]

La ricetta originaria di Gruber prevede:[1]

Più diffusa è la variante con lo sciroppo di fiori di sambuco[2]:

In entrambi i casi, gli ingredienti vengono versati direttamente nel bicchiere, normalmente un calice[1], con alcuni cubetti di ghiaccio.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g (DE) Spritzvarianten des Südens (Teil 1): Der Hugo, Mixology, 27 agosto 2011. URL consultato il 4 giugno 2013.
  2. ^ a b "Hugo", lo spritz al sambuco, iprosecco.it, 5 settembre 2012. URL consultato il 4 giugno 2013.
  3. ^ Hugos bester Sommer, Der Spiegel, 3 settembre 2012. URL consultato il 29 agosto 2014.
  4. ^ (DE) "Unser" Hugo-Erfinder: AK aus Naturns, blog.meranolife.com, 18 settembre 2012. URL consultato il 29 agosto 2014 (archiviato dall'url originale il 29 giugno 2013).
  5. ^ La vera storia di «Hugo Spritz», l’aperitivo che mescola le bollicine ai sapori morbidi e vellutati, ladigetto.it, 31 ottobre 2007. URL consultato il 29 agosto 2014.
Alcolici Portale Alcolici: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di alcolici