Hossein Amanat

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Hossein Amanat (1942) è un architetto iraniano naturalizzato canadese Bahá'í[1].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Centro per lo Studio dei Testi Sacri Bahai
Centro Internazionale di Insegnamento Bahai

Hossein Amanat si è laureato presso l'Università di Teheran; ha progettato la Torre Azadi, voluta dall'ultimo Shah Mohammad Reza Pahlavi per festeggiare il 2500º anniversario della fondazione dell'Impero achemenide da parte di Ciro il Grande[2].

Ha progettato anche la Università di Sharif di Tehran, Iran.[3]

Dopo l'abbandono del suolo iraniano nel 1980, ha disegnato la Casa Universale di Giustizia, il Centro per lo studio dei testi sacri bahai, il Centro Internazionale di Insegnamento, tre edifici dell'Arco Bahai a Haifa, e il tempio bahai di Samoa.[1][4][5][6]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Bahá'í community of Canada, Hossein Amanat, su ca.bahai.org (archiviato dall'url originale il 27 ottobre 2004).
  2. ^ Hossein Amanat's official website, Shahyad Monument, su amanatarchitect.com (archiviato dall'url originale il 16 febbraio 2008).
  3. ^ Hossein Amanat's official website, Aryamehr University, su amanatarchitect.com (archiviato dall'url originale il 21 aprile 2008).
  4. ^ Royal welcome at jubilee gathering in Samoa, Bahá'í World News Service.
  5. ^ Douglas Todd, 2 B.C. architects designed new world centre for Baha'i faith, Vancouver Sun (archiviato dall'url originale il 20 ottobre 2007).
  6. ^ Northern Virginia Bahá'í Center Opens Its Door, su novabc.org.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Bahá'u'lláh, Ishráqát, Tavole di Bahá'u'lláh rivelate dopo il Kitáb-i-Aqdas. Wilmette, Illinois, Bahá'í Publishing Trust. 1994. ISBN 0-87743-174-4.
  • Shoghi Effendi, The World Order of Bahá'u'lláh. Wilmette, Illinois, Bahá'í Publishing Trust. ISBN 0-87743-231-7.
  • J. E. Esslemont, Bahaullah e la nuova era. Roma, Edizioni bahai, 1954.
  • Peter Smith, A concise encyclopedia of the Bahá'í Faith. Oxford, Oneworld Publications, 2000. ISBN 1-85168-184-1.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN22064045 · ISNI (EN0000 0000 8206 1165 · LCCN (ENnr99026274 · ULAN (EN500227616 · WorldCat Identities (ENlccn-nr99026274
Bahai Portale Bahai: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Bahai