Hispano Aviación HA-200 Saeta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Hispano Aviación HA-200 Saeta
Il Saeta marche 203-50 appartenente alla Fundación Infante de Orleans durante un'esibizione all'Aeroporto di Madrid-Cuatro Vientos
Il Saeta marche 203-50 appartenente alla Fundación Infante de Orleans durante un'esibizione all'Aeroporto di Madrid-Cuatro Vientos
Descrizione
Tipo aereo da addestramento
Equipaggio 2
Progettista Willy Messerschmitt
Costruttore Spagna Hispano Aviación
Egitto EGAO
Data primo volo 12 agosto 1955 [1]
Data entrata in servizio 1962
Utilizzatore principale Spagna Ejército del Aire
Altri utilizzatori Egitto Al-Quwwat al-Jawwiyya al-Misriyya
Esemplari 110 (Spagna)
90 (Egitto)
Sviluppato dal Hispano Aviación HA-100 Triana
Altre varianti Hispano Aviación HA-220 Super Saeta
Dimensioni e pesi
Lunghezza 8,88 m
Apertura alare 10,42 m
Altezza 2,84 m
Superficie alare 17,40
Peso a vuoto 1 443 kg
Peso max al decollo 3 205 kg
Propulsione
Motore 2 turbogetto Turbomeca Marboré II
Spinta 3,92 kN (400 kg, 882 lbf)
Prestazioni
Velocità max 715 km/h a 5 000 m
Velocità di crociera 565 km/h
Velocità di salita 816 m/min
Autonomia 1 700 km
Tangenza 12 000 m
Armamento
Mitragliatrici 2 calibro 7,7 mm
Cannoni 2 PU NUR Oerlikon in pod subalari
Piloni 2
Note dati riferiti alla versione HA-200-A

i dati sono estratti da Уголок неба [1] integrati dove indicato

voci di aerei militari presenti su Wikipedia
Il prototipo HA-200R Saeta in mostra al Salone di Parigi del 1957.

L'Hispano Aviación HA-200 Saeta era un monomotore a getto da addestramento avanzato ad ala bassa sviluppato dall'azienda aeronautica spagnola Hispano Aviación nei tardi anni cinquanta e prodotto negli anni sessanta, oltre che dalla stessa, anche dall'egiziana Egyptian General Aero Organization (EGAO).

Progettato dall'ingegnere aeronautico tedesco Willy Messerschmitt e sviluppato dal precedente HA-100 Triana a motore radiale, fu il primo aereo dotato di motore a getto prodotto in Spagna e, a differenza del suo predecessore, ottenne un buon successo commerciale venendo adottato dalle forze aeree di Spagna ed Egitto.

Tecnica[modifica | modifica sorgente]

L'HA-200 Saeta era un velivolo di costruzione interamente metallica dall'aspetto convenzionale che ricalcava le caratteristiche salienti dei pari ruolo dello stesso periodo, monoplano ad ala bassa con carrello retrattile.

La fusoliera a sezione circolare era caratterizzata da un abitacolo a due posti in tandem dotato di doppi comandi, chiuso da un lungo tettuccio apribile a scorrimento. Posteriormente terminava in un impennaggio cruciforme monoderiva con piani orizzontali montati a sbalzo.

La configurazione alare era monoplana, con l'ala montata a sbalzo bassa sulla fusoliera, realizzata in due semiali con struttura monolongherone dotate di alettoni a fessura.

Il carrello d'atterraggio era di tipo triciclo anteriore, completamente retraibile ed azionato da un circuito idraulico, quello principale nell'ala con movimento delle due gambe di forza verso l'interno, quello anteriore con movimento retrogrado.

La propulsione era affidata ad una coppia di motori turbogetto Turbomeca Marboré inseriti in fusoliera.

Versioni[modifica | modifica sorgente]

HA-200R
prototipo, realizzato in due esemplari.
HA-200A
prima versione di produzione in serie, realizzata in 30 esemplari.
HA-200B
versione di preproduzione equipaggiata con una coppia di Turboméca Marboré IIA e destinata all'Egitto, prodotta in 10 esemplari in Spagna più 90 costruiti su licenza in Egitto con la designazione Helwan HA-200B القاهرة (al-Qāhira).
HA-200D
Versione migliorata destinata all'aviazione militare spagnola caratterizzata dall'adozione di sistemi aggiornati, realizzata in 55 esemplari.
HA-200E Super Saeta
HA-200D rimotorizzato con i più potenti turbogetto Marbore VI, dotato di avionica avanzata e dotato della possibilità di essere equipaggiato con missili aria-superficie, 40 conversioni.

Utilizzatori[modifica | modifica sorgente]

Egitto Egitto
Spagna Spagna

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Hispano Aviación HA-200/220 Saeta/Supersaeta.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • (ES) AA.VV., Enciclopedia ilustrada de la aviación, Barcellona, Delta, 1984, vol. 9. ISBN 84-85822-74-9.
  • (EN) Michael John Haddrick Taylor, Jane's encyclopaedia of aviation, Londra, Studio Editions, 1989. ISBN 1-85170-324-1.
  • (ES) Jesús María Salas Larrazábal, La Hispano Aviación. Proyectos HA-100, 200 y 300, Madrid, Ministerio de Defensa, 1999. ISBN 84-7823-681-3.
  • (ES) Juan Arráez Cerdá. Hispano Aviación HA-200/220 Saeta y Supersaeta . Quiron Ediciones, 1997 ISBN 84-87314-25-2

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Video ed immagini[modifica | modifica sorgente]