Henry de Monfreid

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Henry de Monfreid (Leucate, 14 novembre 1879Ingrandes, 13 dicembre 1974) è stato un avventuriero e scrittore francese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Leucate, dipartimento dell'Aude, figlio del pittore George-Daniel de Monfreid, quand'era bambino conobbe Paul Gauguin.

Convertitosi all'Islam, negli anni '30 ebbe un ruolo nella conquista italiana dell'Etiopia. Durante la seconda guerra mondiale fu deportato degli inglesi. Tornato in Francia nel 1947, riprese a viaggiare per l'Africa. Ha scritto oltre 60 libri, tra racconti, romanzi e resoconti di viaggi.

"Ho avuto una vita ricca, irrequieta e magnifica", ha dichiarato Monfreid alcuni giorni prima di morire all'età di 95 anni, nel 1974.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Georges M.Poisson, Henry de Monfreid, Le Passionné de l'aventure, Paris, Médicis, 1966
  • Daniel Grandclément, l'Incroyable Henry de Monfreid, Paris, Éditions Grasset, 1990
  • Freddy Tondeur, Sur les traces d'Henry de Monfreid, Paris, Anako, 2004
  • Francis Bergeron, Monfreid, Éditions Pardès, coll. Qui suis-je ?, 2009
  • Stenio Solinas, Il corsaro nero.Henry de Monfreid l'ultimo avventuriero, Neri Pozza, 2015

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN100205250 · ISNI (EN0000 0001 2283 4362 · LCCN (ENn50016833 · GND (DE118896148 · BNF (FRcb119164954 (data)