Guanina (minerale)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Guanina
Classificazione Strunz (ed. 10) 10.CA.30[1]
Formula chimica C5H3(NH2)N4O[2]
Proprietà cristallografiche
Gruppo cristallino trimetrico
Sistema cristallino monoclino[3]
Classe di simmetria  
Parametri di cella a=16,510(8), b=11,277(8), c=3,645(5), β=96,8(1)°, Z=4[3]
Gruppo puntuale 2/m
Gruppo spaziale P 21/n[3]
Proprietà fisiche
Densità   g/cm³
Durezza (Mohs) 1-2[1]
Sfaldatura  
Frattura  
Colore bianco[1]
Lucentezza  
Opacità da trasparente a traslucida[4]
Striscio bianco[1]
Diffusione  
Si invita a seguire lo schema di Modello di voce – Minerale

La guanina è un minerale scoperto nel 1844 sull'Isla Chincha Norte in Perù che però venne sottoposto all'approvazione dell'IMA solo nel 1973.[5]

Morfologia[modifica | modifica wikitesto]

La guanina è stata trovata sotto forma di croste a grana fine fino a 2 mm di diametro.[4]

Origine e giacitura[modifica | modifica wikitesto]

La guanina è stata scoperta nel guano.[5]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d (EN) Guanine mineral information and data, mindat.org. URL consultato il 12 marzo 2013.
  2. ^ The New IMA List of Minerals – A Work in Progress – Update: November 2012 (PDF), pubsites.uws.edu.au. URL consultato il 12 marzo 2013.
  3. ^ a b c (EN) U. Thewalt, Bugg C. E., Marsh R. E., The crystal structure of guanine monohydrate (abstract), in Acta Crystallographica, B27, 1971, pp. 2358-2362. URL consultato il 12 marzo 2013.
  4. ^ a b John W. Anthony, Richard A. Bideaux, Kenneth W. Bladh, Monte C. Nichols, Handbook of Mineralogy, Chantilly, VA 20151-1110, Mineralogical Society of America.
  5. ^ a b (EN) P. J. Bridge, Guanine and uricite, two new organic minerals from Peru and Western Australia (PDF), in Mineralogical Magazine, vol. 39, 1974, pp. 889-890. URL consultato il 12 marzo 2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Mineralogia Portale Mineralogia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mineralogia