Gruppo italiano scrittori di montagna

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Gruppo italiano scrittori di montagna
Gruppo italiano scrittori di montagna - Accademia di arte e cultura alpina
Fondazione4 aprile 1929
FondatoreAgostino Ferrari e Adolfo Balliano
ScopoDiffusione dei valori ideali dell’alpinismo, amore per la montagna, conoscenza e la salvaguardia dell’ambiente e delle genti montanare.
Sede centraleItalia Milano
PresidenteSpiro Dalla Porta Xydias
Sito web

Il Gruppo italiano scrittori di montagna - Accademia di arte e cultura alpina è un'associazione fondata a Torino il 14 aprile 1929 da Agostino Ferrari e Adolfo Balliano.

Il gruppo nasceva inizialmente come reazione allo spostamento a Roma ed all'affiliazione al CONI del Club Alpino Italiano da parte del regime fascista. I fondatori infatti si opponevano all'idea dell'alpinismo come semplice attività sportiva, e portavano avanti degli ideali più vicini a quelli del fondatore del CAI Quintino Sella, che si proponevano di sostenere con gli scritti autorevoli.

Fra i primi soci vi furono Guido Rey, Paul Guiton e il Duca degli Abruzzi Luigi di Savoia. Successivamente ne hanno fatto parte fra gli altri Camillo Giussani, Giovanni Bertoglio, Salvator Gotta, Joseph-Marie Henry, Giovanni Bertacchi, Aurelio Garobbio, Dino Buzzati e Bianca Di Beaco.

Come indicato dal suo statuto l'associazione «ha lo scopo di esaltare e di diffondere i valori ideali dell'alpinismo, di ispirare l'amore per la montagna e di promuovere ogni iniziativa atta a favorirne la conoscenza e la salvaguardia, nel rispetto dei valori naturali dell'ambiente e delle genti montanare».[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Lo statuto del G.I.S.M., su gruppogism.it. URL consultato il 23 maggio 2012 (archiviato dall'url originale il 12 dicembre 2011).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]