Grotte di Montevicoli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Grotte di Montevicoli
Colonna nelle Grotte di Montevicoli - Ceglie Messapica.JPG
StatoItalia Italia
RegionePuglia Puglia
ProvinceBrindisi Brindisi
ComuniCeglie Messapica
Altitudine293 m s.l.m.
Profondità50 m
Coordinate40°38′27.96″N 17°30′14.04″E / 40.6411°N 17.5039°E40.6411; 17.5039Coordinate: 40°38′27.96″N 17°30′14.04″E / 40.6411°N 17.5039°E40.6411; 17.5039
Mappa di localizzazione: Italia
Grotte di Montevicoli
Grotte di Montevicoli

Le grotte di Montevicoli sono un sistema di cavità naturali ubicate nell'omonima contrada a circa 1,5 km dall'abitato di Ceglie Messapica. Scoperte nei primi anni sessanta durante la risistemazione di un muretto a secco, le grotte sono state intensivamente visitate fino al 1996. All'interno dall'anno di apertura fino al 1996 veniva allestito ogni anno nel periodo natalizio un presepe artistico.
Dopo l'anno di chiusura le grotte sono state aperte solo saltuariamente e per brevi periodi.
Il 30 dicembre 2014 la civica amministrazione ha provveduto all'acquisto dell'area soprasuolo alle grotte[1]. Dopo l'acquisto della porzione di terreno negli ultimi mesi del 2015 l'amministrazione comunale utilizzando dei finanziamenti europei nell'ambito programma di cooperazione Grecia-Italia 2007-2013[2] ha eseguito all'interno delle grotte lavori di riqualificazione e messa in sicurezza del percorso di visita lungo circa 100 m. Le grotte sono quindi state riaperte il 19 dicembre 2015[3]

Alla grotta si accede tramite un cancello che protegge l'ingresso ampliatio artificialmente al fine di facilitare l'accesso. Scesi i primi tredici scalini, si giunge nel primo ambiente. A sei metri dall'ingresso si notano le prime stalagmiti e colonne. A destra si trova un piccolo ambiente contenente una pozza alimentata da acque di stillicidio. Proseguendo il percorso si costeggia una colonna centrale che fa da preludio alla sala ricca di imponenti e suggestivi speleotemi. La grotta è lunga circa 50 m[4].

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Comunicato stampa Amministrazione Comunale Ceglie Messapica - ceglieturimo.it, su ceglieturismo.it.
  2. ^ Progetto CAVE Grecia-Italia 2007-2013 - ceglie.org, su egov.hseweb.it.
  3. ^ Ceglie Messapica. Riaprono le grotte di Montevicoli - Valleditrianotizie.it[collegamento interrotto]. URL consultato il 29 gennaio 2016.
  4. ^ Silvio Laddomada e Arcangelo Leporale, PROBLEMI E PROSPETTIVE DEL PATRIMONIO SPELEOLOGICO NELLE AREE CARSICHE DELL’ALTO SALENTO:L’ESEMPIO DI CEGLIE MESSAPICA, in Thalassia Salentina, 29 supplemento, 2006, p. 204. URL consultato il 9 febbraio 2016.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Rilievo gravimetrico preliminare sulla grotta di Montevicoli Ceglie Messapica (Br), Del Gaudio V. - Fuiano R.- Ruina G.,(estratto dagli Atti del XV Congresso Nazionale di Speleologia Castellana Grotte 10-13 settembre 1987), Castellana Grotte, 1989.
  • Scheda Catastale - Catasto delle Grotte della Regione Puglia

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]