Grotta di Bergeggi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Grotta di Bergeggi
StatoItalia Italia
RegioneLiguria Liguria
ProvinceSavona Savona
ComuniVado Ligure
Coordinate44°14′34.36″N 8°26′41.64″E / 44.242878°N 8.444899°E44.242878; 8.444899Coordinate: 44°14′34.36″N 8°26′41.64″E / 44.242878°N 8.444899°E44.242878; 8.444899
Mappa di localizzazione: Italia
Grotta di Bergeggi
Grotta di Bergeggi

La grotta di Bergeggi, anticamente nota come grotta di Vado, si trova nella omonimo comune della provincia di Savona; è formata da due ampie cavità scavate dalla forza del mare. La prima di queste (lunga circa 30 m di lunghezza e larga 25 m, con un'altezza di 15 m) comunica con una seconda cavità, contenente numerose stalattiti e stalagmiti, lunga circa 200 metri ed al cui interno si trova un piccolo lago.

La grotta, conosciuta sino dall'antichità, è descritta in una poesia di Clemente Bondi intitolata "La grotta di Vado, a sua Eccellenza la Signora Angela Serra Durazzo".

In una nota alla poesia si trova una descrizione della grotta:

«Dieci miglia in circa da Savona nella riviera Genovese a Ponente, sul lido del mare, e a livello dell’acqua entra nel monte una caverna, che dal vicino paese acquista il nome di Vado. Ella è celebre assai, non tanto per la sua vastità, quanto perché la natura, di cui sola è lavoro, si è piaciuta di scherzarvi dentro bizzarramente. Vi si veggono pender dall'alto molte stellatiti formate dai frequenti stillicidi, che si lambiccano dalla volta, molti marmi collocati e scolti a varie foggie dal caso; ma sovra tutto è curioso il fenomeno di un picciol buco, ch’entra nel sasso a cui presentandosi un fazzoletto, il vento che probabilmente ha sfogo altronde, vi s'incanala, e seco il rapisce. Sonovi a fianco tre o quattro altre grotte, ma più picciole e scure, perché ricevono luce dalla maggiore.»

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Geologia Portale Geologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Geologia