Glaucia (re dei Taulanti)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Glaucia

Glaucia (in greco antico: Γλαυκίας; IV secolo a.C.IV secolo a.C.) è stato un re degli Illiri che regnò sui Taulanti dal 335 a.C. al 302 a.C. Viene menzionato per la prima volta per aver assistito Clito re dei Dardani contro Alessandro Magno alla battaglia di Pelio nel 335 a.C. Essi vennero entrambi sconfitti e Clito fu costretto a rifugiarsi presso i Taulanti.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo questo evento trascorrono venti anni prima che si abbiano altre sue notizie, ovvero quando diede asilo[1] all'infante Pirro dell'Epiro, quando suo padre Eacide venne cacciato; la moglie di Glaucia, Berea al popolo dei Molossi Eacidi ed era una principessa dell'Epiro. Così facendo offese Cassandro I, che aveva cercato di impossessarsi dell'Epiro e che aveva offerto invano a Glaucia 200 talenti per consegnargli il bambino.

Non molto tempo dopo, il re macedone invase il suo territorio, e lo sconfisse in battaglia; ma anche se Glaucia fu vincolato, dal trattato che seguì, ad astenersi da ostilità contro gli alleati di Cassandro I, egli teneva ancora Pirro alla sua corte, e, dopo la morte di Alcete, nel 307 a.C., colse l'occasione per invadere Epiro con un esercito, e insediare sul trono il giovane principe, allora dodicenne. I territori di Glaucia erano confinanti con quelli di Apollonia e Epidamno ed egli fu spesso in guerra contro questi Stati. Nel 312 a.C. acquisì il controllo di Epidamno. La data della sua morte, non è certa, ma sembra che stesse ancora regnando nel 302 a.C., quando Pirro si recò alla sua corte per essere presente al matrimonio di uno dei suoi figli.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Plutarch's Lives, Volume 2/4 by George Long and Aubrey Stewart (2007), page 120

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

(EN) William Smith (a cura di), Dictionary of Greek and Roman Biography and Mythology, 1870.