Giuseppe Sardi (1680-1753)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Facciata della chiesa della Maddalena in Roma

Giuseppe Sardi (Sant'Angelo in Vado, 1680Roma, 1753) è stato un architetto italiano, da non confondere col contemporaneo architetto di origine ticinese Giuseppe Sardi, attivo a Venezia.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Autodidatta, fu l'artefice della facciata della Chiesa di Santa Maria Maddalena di Roma. Fra il 1716 e il 1718, su commissione del cardinale Annibale Albani, titolare della chiesa, dotò Santa Maria in Cosmedin di una nuova facciata e di decorazioni interne, trasformando la chiesa da romanica a barocca. Per il ripristino della chiesa romanica, le decorazioni architettoniche di Giuseppe Sardi furono completamente distrutte, tra il 1894 e il 1899, e la facciata si conosce grazie a un'incisione di Giuseppe Vasi.

Giuseppe Sardi lavorò anche nella chiesa del Rosario a Marino Laziale e in altri edifici a Roma.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN50329846 · GND: (DE130266256 · ULAN: (EN500034845 · CERL: cnp00665337