Giovanni Rosadi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Giovanni Rosadi

Deputato del Regno d'Italia
Legislature XXI, XXII, XXIII, XXIV, XXV, XXVI
Collegio Firenze
Sito istituzionale

Giovanni Rosadi (Lucca, 9 settembre 1862Firenze, 4 aprile 1925) è stato un politico e avvocato italiano.

Laureatosi in giurisprudenza a Pisa, esercitò la sua professione di avvocato a Firenze. Esponente della destra liberale, fu deputato dal 1900 al 1924, anno in cui venne nominato senatore.

Sottosegretario di Stato della Pubblica istruzione, nel governo Salandra I e nel governo Salandra II (1914-1916). Fu di nuovo sottosegretario alla Pubblica istruzione nel governo Nitti II (1920) e nel governo Giolitti V (1920-1921) con la specifica funzione per le Antichità e belle arti.

Precursore dell'ambientalismo, fu l'artefice - insieme a Benedetto Croce - della prima legge sulla protezione del paesaggio in Italia (n.748 del 1922)[1].

Gli viene attribuita la realizzazione del poema goliardico Processo di Sculacciabuchi.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN75933603 · ISNI: (EN0000 0001 1674 589X · SBN: IT\ICCU\RAVV\083469 · LCCN: (ENno98065730 · GND: (DE126855099 · BNF: (FRcb165463526 (data) · BAV: ADV11130202
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie