Giovanni Battista Ciughi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Giovanni Battista Ciughi

Giovanni Battista Ciughi (Prato, 20 agosto 1737Prato, 5 ottobre 1806) è stato un religioso e storico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nacque a Prato il 20 agosto 1737 dal notaio Bartolomeo e da Teresa di Simone Chiarugi, nella soppressa parrocchia di San Vincenzo martire, in una famiglia attestata a Prato dalla prima metà del XVI secolo. Fu convittore del collegio Cicognini, all’epoca diretto dai padri gesuiti, dal 1749 al 1757, e completò la sua formazione studiando morale con Antonio Ulivi, canto con Pier Vincenzo Pittei e dogmatica con Santi da Fognano. Vestito l’abito di chierico a soli 15 anni, nel 1758 venne nominato dal vescovo Federigo Alamanni cappellano della Cattedrale di Prato e nel 1766 venne eletto canonico della stessa Cattedrale. Il 16 febbraio 1771 entrò a far parte dell’Accademia degli Infecondi, per la quale compose alcuni poemi latini e intraprese ricerche storico letterarie sui personaggi illustri pratesi, mai pubblicate, che furono utilizzate anche dal canonico fiorentino Domenico Moreni nella sua Bibliografia storico-ragionata della Toscana. Lo stesso Cesare Guasti consultò l’opera del Ciughi sia per le Vite degli uomini illustri di Prato che per la Biografia pratese. Morì a Prato il 5 ottobre 1806 e venne seppellito nel chiostro della Chiesa di San Domenico, accanto al padre. I suoi scritti vennero lasciati in eredità al canonico Luigi Sacchi e da questi passarono a Cesare Guasti che provvide a depositarli presso la Biblioteca Roncioniana di Prato dove tutt'oggi si conserva il Fondo Ciughi costituito da 3 unità[1]. Risulta originariamente compresa nell’archivio Ciughi l’unità 125 [Q-III-23] ora facente parte del Fondo Martini Michelangelo, nella Biblioteca Roncioniana.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 1 filza di Carteggio indirizzato al Ciughi da diversi raccolto da Cesare Guasti, 1762-1805. Contiene anche uno scritto su tal Leonardo Prato; 1 filza di Memorie diverse e affari di famiglia raccolti da Giovanni Battista Ciughi, in originale e in copia, 1523-1807 e 1 registro manoscritto di Vite degli uomini illustri di Prato scritte dal canonico Giovan Batista Ciughi, di fine XVIII secolo.


Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Cesare Guasti, Bibliografia pratese compilata per un da Prato, Prato, per Giuseppe Pontecchi, 1844
  • La cultura letteraria a Prato dal Medioevo all'Ottocento: dizionario, a cura di Giovanni Pestelli, Prato, Piano B, 2011
  • Cesare Guasti, Insigni pratesi dimenticati. Notizie intorno alla vita del can.co Giov. Batista Ciughi, estratto da Archivio storico pratese, III (1920), pp. 21-28
  • Biografia del canonico Giovan Batista Ciughi dettata dal canonico cavalier Giuseppe Silvestri, Firenze, Tipografia della Pia Casa di lavoro, 1847
  • Carlo Fantappiè, Strutture ecclesiastiche e vita religiosa a Prato alla fine dell’ancien régime, in Archivio Storico Pratese, LV (1979), p. 166

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]