Giovanni Antonio Pandolfi Mealli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Giovanni Antonio Pandolfi Mealli (Montepulciano, 16241687 circa) è stato un compositore italiano.

Poco si conosce di Pandolfi Mealli a parte le sue permanenze fino al 1660 ad Innsbruck (musico di corte d'Asburgo), fino al 1675 a Messina ("maestro d'imparare a sonare di violino [...] primo strumentista di violino della città"), da cui fuggì perché accusato di omicidio, e dal 1678 a Madrid (violinista della Cappella Reale della Corte).

Tra le composizioni pervenuteci: le Sonate cioè Balletti, Sarabande, Correnti, Passacagli, Capriccetti, & una Trombetta... (o "sonate messinesi") del 1669, le Sonate per violino op. 3 e 4 del 1660.

Controllo di autorità VIAF: (EN250792846 · LCCN: (ENn91088951 · ISNI: (EN0000 0000 8403 7513 · GND: (DE134479599 · BNF: (FRcb140153228 (data)

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]