Gianfranco Botta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Gianfranco Botta (Savigliano, 12 maggio 1960Cuneo, 20 settembre 2017) è stato un giornalista italiano.

Gianfranco Botta, è stato un inviato speciale della Rai che si è distinto per i suoi servizi di cronaca sugli scenari di guerra. In particolare si è occupato dei conflitti dell’ex Jugoslavia e delle guerre in Iraq ed Afghanistan. Caporedattore al Tg3, aveva documentato con la propria telecamera cosa accadde all’interno della caserma Diaz in occasione del G8 di Genova: fu il primo ad entrare e le sue immagini fecero il giro del mondo. Nel 2006 volò in Indonesia per raccontare il catastrofico tsunami e nel 2008 vinse il Premio Ilaria Alpi per un reportage sull’Afghanistan.

«Il suo lavoro ha permesso agli italiani di vedere i fatti che accadevano in Italia e nel mondo: attraverso l’obiettivo della sua telecamera ha raccontato per anni gli eventi destinati a entrare nei libri di storia».

Premi e riconoscimenti

Premio Ilaria Alpi 2011, finalista con il servizio "Inferno a Ras Jedir" dalla frontiera libico-tunisina di Nico Piro e Gianfranco Botta.

Premio Anello Debole 2010, finalista con “Ritorno a Kunar” di Nico Piro e Gianfranco Botta.

Premio Ilaria Alpi 2008, categoria miglior servizio da tg “Battaglia a Korengal” di Gianfranco Botta e Nico Piro.