Giancarlo Mori

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Giancarlo Mori

Presidente della Regione Liguria
Durata mandato 11 aprile 1994 –
12 maggio 2000
Predecessore Edmondo Ferrero
Successore Sandro Biasotti

Presidente della Provincia di Genova
Durata mandato 11 giugno 1985 –
13 aprile 1990
Predecessore Elio Carocci
Successore Franco Rolandi

Dati generali
Partito politico Partito Democratico

Giancarlo Mori (Genova, 4 novembre 1938Genova, 17 aprile 2019) è stato un politico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo essersi laureato in economia e commercio lavora per vari anni presso l'Enel, ricoprendo funzioni dirigenziali. Di formazione cattolica, milita nella FUCI (ovvero l'associazione degli universitari cattolici) e fa carriera nella Democrazia Cristiana, di cui diviene anche segretario provinciale. Consigliere provinciale dal 1975 al 1980, dal 1985 al 1990 è Presidente della Giunta. Nel 1990 viene invece eletto in Consiglio Regionale, e dopo il crollo della DC aderisce al Partito Popolare Italiano e in seguito alla Margherita. Partecipa al processo di fondazione del Partito Democratico.

Nel 1994, alla guida di una coalizione di centrosinistra, divenne presidente della Regione Liguria. Rieletto l'anno seguente, stavolta con il voto popolare diretto, mantiene l'incarico fino al 2000, anno in cui viene sconfitto dal candidato delle destre Sandro Biasotti: da quell'anno, sino al 2005, è consigliere regionale.

È scomparso nel 2019 all'età di 80 anni a seguito di una insufficienza cardiaca[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]