Gian Domenico Catalano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Basilica Concattedrale di Sant'Agata, "Sacra Conversazione" o "Madonna col Bambino e i Santi Giovanni Battista e Andrea" - Gallipoli

Gian Domenico Catalano (Gallipoli, ... – ...) è stato un pittore italiano attivo tra il XVI e XVII secolo.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Sulla vita del pittore non sono pervenute molte informazioni e quelle presenti sono molto lacunose: non si conosce né il giorno della nascita, né quello della morte. Altre informazioni sono ricavabili dalle stesse opere del maestro, che ci rivelano un pittore ancora immerso nel clima della scuola veneziana del 1600, un ambiente molto apprezzato tanto che il pittore si recò spesso a Venezia per istruirsi.

Egli realizzò moltissime opere in tutto il Salento e da qui emerge che operò intensamente e continuamente tra la fine del 1550 e gli inizi del 1600. Catalano fu molto apprezzato e fu definito "eccellente pittore dal pennello d'oro" e fu chiamato da moltissimi vescovi ed ecclesiastici a Gallipoli, dove operò nella chiesa del Carmine, di San Domenico, di San Francesco (Annunciazione, Assunzione, Circoncisione, San Diego), di Santa Chiara (Annunciazione, Natività, Crocefisso), di Santa Maria degli Angeli (Madonna e angeli) e nella Basilica di Gallipoli la Madonna coi santissimi Giovanni e Andrea; a Lecce dipinse la Madonna con Bambino e angeli e la Vergine dell'Aiuto, Assunta. Operò infine nelle città limitrofe a Gallipoli, come Alezio e Presicce dove lasciò indelebile il suo passaggio. Ebbe come maestro Gianserio Strafella da Copertino ed egli stesso fu maestro dei noti pittori Giovanni Andrea Coppola e Giuseppe Ribera (entrambi gallipolini).

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  1. Alezio, chiesa della Lizza, Il Vescovo Capece supplica San Carlo Borromeo per la protezione di Gallipoli
  2. Casarano, chiesa parrocchiale, Madonna del Rosario
  3. Copertino, chiesa dei Domenicani, Madonna del Rosario
  4. Felline, chiesa parrocchiale, Madonna del Rosario
  5. Gagliano del Capo, Madonna del Rosario
  6. Galatina, chiesa Parrocchiale, Madonna col Bambino
  7. Gallipoli, Cattedrale, Madonna col Bambino e i Santi Giovanni Battista e Andrea
  8. Gallipoli, Episcopio, Madonna degli angeli
  9. Gallipoli, chiesa del Rosario, San Domenico
  10. Gallipoli, chiesa del Rosario, San Tommaso
  11. Gallipoli, chiesa del Rosario, Preparativi per la Crocifissione
  12. Gallipoli, chiesa del Rosario, Annunciazione e miracolo di Santa Maria Maggiore
  13. Gallipoli, chiesa del Rosario, Circoncisione
  14. Gallipoli, chiesa del Rosario, Madonna col Bambino e i Santi Giovanni e Pietro Martire
  15. Gallipoli, chiesa del Rosario, Annunciazione (dittico)
  16. Gallipoli, chiesa del Rosario, Padre Eterno
  17. Gallipoli, chiesa del Rosario, Storie di Giuseppe Ebreo: Giuseppe venduto dai fratelli
  18. Gallipoli, chiesa del Rosario, Storie di Giuseppe Ebreo: Giuseppe e la moglie di Putifarre
  19. Gallipoli, chiesa del Rosario, Storie di Giuseppe Ebreo: Giuseppe condotto in prigione
  20. Gallipoli, chiesa del Rosario, Storie di Giuseppe Ebreo: Giuseppe fa accusare di furto Beniamino
  21. Gallipoli, chiesa di San Francesco, Annunciazione, San Francesco e committente
  22. Gallipoli, chiesa di San Francesco, Dormitio et Assumptio Virginis con le Sante Caterina d'Alessandria e Lucia
  23. Gallipoli, chiesa di San Francesco, Sant'Antonio Abate
  24. Gallipoli, chiesa di San Francesco, San Diego d'Alcalà e committenti
  25. Gallipoli, chiesa di San Francesco, Presentazione di Gesù al Tempio
  26. Gallipoli, chiesa di San Gabriele dell'Addolorata, Crocifisso
  27. Gallipoli, chiesa di San Giuseppe (Clarisse), Adorazione dei pastori
  28. Gallipoli, chiesa di San Giuseppe (Clarisse), Madonna col Bambino e i Santi Pietro, Paolo, Francesco e Chiara
  29. Gallipoli, chiesa di San Giuseppe (Clarisse), Meditazione sul crocifisso
  30. Gallipoli, chiesa di San Giuseppe (Clarisse), Annunciazione con San Carlo Borromeo
  31. Gallipoli, chiesa di San Giuseppe (Clarisse), Martirio di Santa Caterina d'Alessandria
  32. Gallipoli, chiesa di Santa Maria ad nives, San Francesco di Paola
  33. Lecce, Basilica del Rosario, Dormitio Virginis
  34. Lecce, Basilica del Rosario, Sant'Agata martire
  35. Lecce, Basilica del Rosaio, Santa Marina martire
  36. Lecce, chiesa di Santa Maria degli Angeli, San Carlo Borromeo
  37. Lecce, Museo Diocesano, Assunta
  38. Lequile, chiesa dell'Assunta, Adorazione dei Magi
  39. Lequile, chiesa dell'Assunta, Immacolata e i Santi Francesco e Chiara
  40. Matino, chiesa del Rosario, Annunciazione
  41. Matino, chiesa del Rosario, Madonna col Bambino in trono e i Santi Domenico e Pietro Martire
  42. Matino chiesa del Rosario, San Domenico orante
  43. Muro Leccese, chiesa Maria S.S. Annunziata, Il Perdono di Assisi (attr.)
  44. Poggiardo chiesa parrocchiale, Battesimo di Cristo
  45. Poggiardo, chiesa parrocchiale, San Carlo Borromeo
  46. Presicce, chiesa parrocchiale, Martirio di Sant'Andrea
  47. Scorrano, chiesa dei Cappuccini, Andata al Calvario
  48. Seclì, chiesa madre, Madonna del Rosario
  49. Specchia, chiesa matrice, Annunciazione e committenti
  50. Squinzano, chiesa di San Nicola, Trittico della Regina Martyrum (tela centrale)
  51. Squinzano, chiesa di San Nicola, Trittico della Regina Martyrum (tela sinistra)
  52. Squinzano, chiesa di San Nicola, Trittico della Regina Martyrum (tela destra)
  53. Squinzano, chiesa di San Nicola, San Francesco e le anime purganti
  54. Squinzano, chiesa di San Nicola, Annunciazione
  55. Surbo, chiesa parrocchiale, San Carlo Borromeo
  56. Tricase, chiesa madre, San Carlo Borromeo
  57. Tricase, chiesa di San Domenico, San Domenico predica sulla circoncisione di Gesù

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  1. B. Ravenna, Memorie istoriche della città di Gallipoli, Napoli, 1836;
  2. C. Infantino, Lecce sacra, Lecce, 1634;
  3. F. Fersini, La Chiesa Matrice di Santa Maria Assunta in Gagliano del Capo, Lecce, 2008
  4. G. Gigli, Il tallone d'Italia, Bergamo, 1912;
  5. C.Villani, Scrittori ed artisti pugliesi antichi moderni e contemporanei, Trani 1904, pp. 1234 s.;
  6. P. Marti, Architetti, pittori e scultori fino a tutto il sec. XIX, in Il Salento, XXXI (1927), p. 34;
  7. M. D'Orsi, Mostra retrospettiva degli artisti salentini (catal.), Lecce, 1939, p. 11 (rec. di E. Scarfoglio Ferrara, in Rinascenza salentina, VII [1939], pp. 2 ss.);
  8. V. Liaci, Un geniale pittore salentino, in Rinascenza salent., X (1942), 2-3, pp. 123–26;
  9. M. D'Elia, Mostra dell'arte in Puglia... (catal.), Roma 1964, pp. 138–141;
  10. L. G. De Simone, Lecce e i suoi monumenti, Lecce, 1964;
  11. M. S. Calò, La pittura del Cinquecento e del primo Seicento in Terra di Bari, Bari, 1969.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN95802842 · ULAN (EN500019794