Giambattista Canneti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Pietro Canneti, O.S.B.Cam.
abate ordinario della Chiesa cattolica
Pietro Canneti abate.jpg
Template-Abbot - Provost.svg
 
Incarichi ricoperti
 
Nato21 novembre 1659 a Cremona
Ordinato presbitero1684
Nominato abate ordinarionovembre 1690
Deceduto1º ottobre 1730 a Faenza
 

Giambattista Canneti, meglio noto con il nome religioso di Pietro Canneti (Cremona, 21 novembre 1659Faenza, 1º ottobre 1730), è stato un oratore, poeta e religioso italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Fu abate del monastero camaldolese di Classe a Ravenna e generale di quell'ordine. Umanista di vasta erudizione in rapporti di studio e di amicizia con Ludovico Antonio Muratori, Apostolo Zeno e Antonio Magliabechi, viene considerato il "fondatore" della Biblioteca Classense[1], di cui si occupò dal 1704 al 1714 ampliandone notevolmente la consistenza e arricchendola di codici e incunaboli preziosissimi. Tra le sue fatiche erudite la raccolta delle lettere di Ambrogio Traversari, e dei materiali per il loro commento, opera che uscì solo postuma[2].

Opere principali[modifica | modifica wikitesto]

  • Miscellanea poetica degli Accademici Concordi di Ravenna (Bologna 1687) (contenente suoi epigrammi latini e preceduta da una sua introduzione)
  • La perfezione del benefizio nella giustizia del benefattore, e nella gratitudine del beneficato, Perugia, Costantini, 1696
  • Dissertazione apologetica di d. Pietro Canneti abate della congregazione Camaldolese intorno al poema de'Quattro regni, detto altramente il Quadriregio, e al vero autore di esso monsignore Federico Frezzi, Foligno, Pompeo Campana, 1723

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ L'abate don P. C. (1659-1730) fondatore della Biblioteca Classense, in "Almanacco dei bibliotecari italiani", 1959, cit. in Dizionario Biografico degli Italiani. URL consultato il 20 aprile 2010
  2. ^ Ambrogio Traversari, Epistolae in libros XXV, 2 voll., Firenze, ex typographio Caesareo, 1759

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN88842923 · ISNI (EN0000 0000 6213 2368 · SBN IT\ICCU\BVEV\066125 · LCCN (ENnr99004645 · GND (DE1057568929 · BAV (EN495/13235 · CERL cnp02010442 · WorldCat Identities (ENlccn-nr99004645
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie