Gerardo D'Amico

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Gerardo D'Amico (Vietri sul Mare, 4 marzo 1965[1]) è un giornalista e scrittore italiano.

Laureato in scienze politiche, ha lavorato per Il Mattino di Napoli, poi per Telemontecarlo, e L'Espresso, passando poi in Rai nel 1999.

Per la TV di stato italiana ha collaborato al Tg2 (specialmente alle rubriche Diogene e Medicina 33), poi a GrParlamento, ove ha curato e condotto la trasmissione di medicina e salute Articolo 32, al Giornale Radio Rai, di cui è stato per sei anni conduttore, Baobab e Gr2. Dal 2010 lavora a RaiNews24, ove ricopre il ruolo di vicecaporedattore alla redazione Approfondimenti, Responsabile della informazione medico scientifica oltre a curare e condurre la rubrica di medicina e salute Basta la salute.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • con Massimo Dotto, La salute in tasca (guida rapida per difendere il proprio diritto alla salute), Mursia

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Eugenio Mucio, Opulenta salernum, Eugenio Mucio, ISBN 6050302731. URL consultato il 25 marzo 2018.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Socio Onorario della Società Italiana di Pediatria
  • Premio Giovanni Maria Pace AIOM per la Comunicazione scientifica
  • Premio Divulgazione Scientifica Società Italiana di Andrologia
  • Premio giornalistico "FIDAS Isabella Sturvi"[1]
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie