Geōrgios Kaminīs

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Geōrgios Kaminīs
Γεώργιος Καμίνης
George Kaminis.jpg

Sindaco di Atene
In carica
Inizio mandato 29 dicembre 2010
Predecessore Nikītas Kaklamanīs

Dati generali
Partito politico PASOK
Firma Firma di Geōrgios KaminīsΓεώργιος Καμίνης

Geōrgios Kaminīs, in greco Γεώργιος Καμίνης (New York, 15 luglio 1954), è un politico greco, sindaco di Atene dal 2010.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2010 è eletto per la prima volta Sindaco di Atene sostenuto dal PASOK battendo il Sindaco uscente di Nuova Democrazia ed ex Ministro della Salute Nikītas Kaklamanīs. Kaminīs al primo turno ottenne il 28,3% contro il 35% di Kaklamanis ma riuscì a ribaltare il risultato al ballottaggio venendo eletto con il 51,9% contro il 48% dell'avversario risultando nuovo Sindaco di Atene.

Nel 2014 si ricandida per un secondo mandato come indipendente alla carica di Sindaco di Atene. Il primo turno lo premia con il 21,1% dei consensi pari a 46,976 voti seguito sul filo dal candidato di SYRIZA Gavriil Sakeladiris con il 20% pari a 44,620 voti seguiti più staccatamente dal candidato di Nuova Democrazia l'ex Ministro del Turismo e dell'Istruzione Aris Spiliotopoulos al 16,9% pari a 37,764 voti e al candidato di Alba Dorata, il deputato Ilias Kasidiaris al 16,1% con 35,949 voti. Al ballottaggio, nonostante SYRIZA fosse stato largamente il primo partito alle Europee, Kaminīs viene riconfermato Sindaco di Atene al fotofinish con il 51,4% pari a 110,987 voti contro il 48,6% di Sakeladiris pari a 104,857 voti grazie soprattutto all'apporto decisivo del candidato di ND.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Geōrgios Kaminīs, La transition constitutionnelle en Grèce et en Espagne, Librairie générale de droit et de jurisprudence, 1993, ISBN 978-2-275-00532-4.
  • Geōrgios Kaminīs, Illegally Obtained Evidence and Constitutional Guarantees of Human Rights: The Exclusion of Evidence in Criminal and Civil Proceedings, A. N. Sakkoulas, 1998, ISBN 960-232-805-3.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]


Controllo di autoritàVIAF (EN73925307 · ISNI (EN0000 0000 8394 0735 · LCCN (ENn94010941 · GND (DE1082102679 · BNF (FRcb12337290m (data)