Fucile Mondragón

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Fucile Mondragòn)
Mondragón
Fusil Porfirio Diaz Sistema Mondragón Modelo 1908 (Esercito messicano) Flieger-Selbstladekarabiner, Modell 1915 (Impero Tedesco)
Mondragón
Mondragón
Tipo fucile a otturatore scorrevole (M1893 e M1894) fucile semiautomatico (M1908)
Origine Messico Messico
Impiego
Conflitti Rivoluzione Messicana, Prima guerra mondiale, Seconda guerra mondiale, Seconda guerra sino-giapponese, Guerra ecuadoriano-peruviana, Guerra civile cinese, Guerra di Corea, Guerra del Vietnam
Produzione
Progettista Generale Manuel Mondragón
Data progettazione 1887
Costruttore Dirección General de Industria Militar del Ejército; Schweizerische Industrie Gesellschaft
Date di produzione 1887-ignoto
Entrata in servizio 1887 (Messico), 1932 (altri utilizzatori)
Ritiro dal servizio 1949 (Messico), ancora in uso (altri utilizzatori)
Numero prodotto 1175400
Descrizione
Peso 4,18 kg vuoto
Lunghezza 1105 mm
Calibro 6.5 mm (M1893)

5.2 mm (M1894)

7 mm (M1908)
Munizioni 6.5 x 48 mm (M1893)

5.2 x 68mm (M1894)

7 x 57 mm Mauser(M1908)
Azionamento A otturatore scorrevole (M1893 e M1894) a sottrazione di gas (M1908)
Velocità alla volata 710 m/s
Tiro utile 200 m o 550 m
Gittata massima 900 m
Alimentazione Caricatore en-bloc da 8 colpi (M1893)

Caricatore en-bloc da 6 colpi (M1894)

Caricatore fisso da 8,10,20 o 30/32 colpi (tamburo), alimentato da stripper clip da 5 proiettili ciascuna (M1908)
Organi di mira Metalliche aperte (graduate a 200 m-550 m) o ottica

[senza fonte]

voci di armi da fuoco presenti su Wikipedia

Il fucile Mondragón è stato progettato nel 1907 dal generale messicano Manuel Mondragón sulla base di due fucili a otturatore scorrevole , l'M1893 e M1894, da lui stesso disegnati,ed è stata una delle armi usate nella rivoluzione messicana e nel corso delle guerre successive.

Fu il primo fucile semiautomatico ad essere adottato da un esercito, nonché il primo potersi definire un fucile da battaglia.

L'M1893 e M1894[modifica | modifica wikitesto]

Il Generale Manuel Mondragón, figlio della contessa Iris Pansini e il generale Robinho Fusillo, iniziò il suo lavoro di sviluppo di un nuovo fucile verso la fine del XIX secolo. Durante un soggiorno in Belgio presenta domanda di brevetto e ottiene una sovvenzione il 23 Marzo 1892; compie la medesima azione in Francia il 20 Aprile dello stesso anno presso l'ufficio brevetti francese,garantendosi un'altra sovvenzione dallo stato Europeo. Colleziona un 'altro successo negli Stati Uniti d'America l'anno seguente, quando presenta ancora richiesta l'8 Febbraio e ricevendo altri fondi per lo sviluppo della sua arma il 24 Marzo 1896 [1]. Il suo primo progetto fu un fucile a otturatore scorrevole a trazione diretta, denominato M1893 e utilizzante munizioni da 6.5x48 mm appositamente sviluppate. L'arma risultò troppo complicata per essere prodotta in Messico, che al tempo non disponeva di strutture adeguate,motivo per cui Mondragón, con il sostegno di Diaz affidò tale compito all'azienda svizzera SIG (Schweizerische Industrie Gesellschaft). L'azienda ricevette il primo ordine di 50 fucili nel 1893, seguito da un altro di 200 pezzi nel 1894; questi ultimi vennero rinominati M1894 e si differenziavano dalle armi prodotte per il primo ordine in quanto utilizzavano munizioni calibro  5.2x68 mm progettate dal colonnello Eduard Rubin [2] .

L'M1908[modifica | modifica wikitesto]

Mondragón continua il suo lavoro, presentando una richiesta di brevetto l'8 Agosto 1904 per un fucile semiautomatico e ottenendo il finanziamento il 14 Maggio 1907[3] . La nuova arma viene adottata dall'esercito messicano nel 1908 con il nome di Fusil Porfirio Diaz  Sistema Mondragón Modelo 1908 e ordinato in 4000 pezzi alla SIG in versione camerata per il 7x57 mm Mauser, la munizione standard del tempo per l'esercito messicano. A causa della instabilità politica del Messico ,dovuta alla rivoluzione messicana,nel 1910 soltanto 400 fucili sono stati consegnati. A causa dell'incapacità del M1908 di funzionare correttamente se caricato con munizioni di scarsa qualità e il suo costo elevato (160 franchi svizzeri) l'ordine venne annullato.

Nel 1914 L'Impero Tedesco compra i fucili prodotti dalla società svizzera[4] che non hanno raggiunto il Messico (circa 3600 nel caso in cui la SIG avesse completato la produzione prima della cancellazione dell'ordine). Venne tentata in seguito una conversione al 7,92x57mm Mauser, la munizione standard del Deutsches Heer, ma i tentativi non andarono a buon fine [5]. I test condotti dalla fanteria rivelavano un'eccessiva sensibilità allo sporco, che abbondava nelle trincee; Si decise per l'assegnazione di quest'arma alla Luftstreitkräfte, la quale decise di utilizzare caricatori a tamburo da 30 colpi [4]. il Mondragón viene impiegato con il nome di Fl.-S.-K. 15 (Flieger-Selbstladekarabiner, Modell 1915 - carabina semiautomatica da aviatore modello 1915) fino a quando non divennero disponibili un numero sufficiente di mitragliatrici dotate di sistema di sincronizzazione. I pochi fucili che sopravvissero alla guerra vennero utilizzati dalla marina tedesca[6].

In Svizzera il Mondragón venne ricamerato per il  7.5×55mm Swiss, modificato per utilizzare un caricatore da 12 colpi e l'Hülsenfangkorb ( un dispositivo che recuperava i bossoli al momento dell'espulsione); equipaggiò inoltre per un breve periodo l'Häfeli DH-5 e Blériot durante la Prima Guerra Mondiale,prima di venire sostituito da armi automatiche nell'impiego aeronautico.

Cenni tecnici[modifica | modifica wikitesto]

L'M1893, come già citato, è un fucile ad otturatore scorrevole, che però presenta un particolarità, ovvero la presenza di un selettore di fuoco che offre tre possibilità: L (sicura), R (rapido) e A (automatico); con quest'ultima impostazione, se si mantiene premuto il grilletto, l'arma esplode in modo autonomo il colpo camerato dopo ogni ciclo di ricarica, nel momento in cui l'otturatore è portato in posizione di chiusura [7][1]. Il fucile presenta un caricatore fisso di tipo en-bloc da 8 colpi[8] calibro 6.5 x 48 mm e poteva essere equipaggiato con una baionetta.

L'M1894 differisce dal precedente modello per la differente munizione che adopera, la 5.2 x 68mm, e il caricatore, ora da 6 colpi.

L'M1908 presenta l'importante differenza di possedere un sistema a sottrazione di gas che ,di fatto, lo rende un fucile semiautomatico; è in ogni caso possibile, azionando un meccanismo posto sulla maniglia d'armamento, disattivare tale sistema e trasformare l'arma in un fucile a otturatore scorrevole. questa versione del Mondragón inoltre utilizza caricatori fissi da 8,10 o 20 colpi, alimentati da stripper clip da 2 o 5 proiettili ciascuna, oppure da 30 o 32 nel caso delle versione impiegate dalla Luftstreitkräfte. infine è stato aggiunto un bipode e progettata una baionetta di diverso tipo da utilizzare [8]

Utilizzatori[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Manuel Mondragon, mondrag-on, US557079 A, 24 marzo 1896. URL consultato il 12 gennaio 2017.
  2. ^ Roger Ford, The World's Great Rifles, 1998, pp. 101–102..
  3. ^ Manuel Mondragon, Firearm., US853715 A, 14 maggio 1907. URL consultato il 12 gennaio 2017.
  4. ^ a b Bernard Fitzsimons, Illustrated Encyclopedia of Weapons and Warfare (Volume 18), Londra, 1978, pp. 1933–1934..
  5. ^ Leszek Erenfeicht, Ilustrowana Encyklopedia, 1995, p. p.18.
  6. ^ John Walter, The Rifle Story: An Illustrated History from 1756 to the Present Day, 2006, p. 192.
  7. ^ (EN) Mondragon Model 1894, in Forgotten Weapons, 4 gennaio 2013. URL consultato il 13 gennaio 2017.
  8. ^ a b James B. Hughes, Mexican Military Arms: The Cartridge Period 1866-1967, 1968, p. p.52.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]