Francisco Lázaro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Francisco Lázaro
FLazaro.jpg
Nazionalità Portogallo Portogallo
Atletica leggera Athletics pictogram.svg
Specialità Maratona
Record
Maratona 2h52'08" (1912)
 

Francisco Lázaro (Benfica, 21 gennaio 1891[1]Stoccolma, 15 luglio 1912[2]) è stato un maratoneta portoghese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Fu il primo maratoneta olimpico e portabandiera[3] della rappresentanza portoghese in occasione della prima partecipazione assoluta del Portogallo ai giochi olimpici, nella V edizione svoltasi a Stoccolma nel 1912.

Come tutti gli atleti olimpici dei suoi tempi, Lázaro era un dilettante e lavorava come carpentiere in una fabbrica di automobili di Lisbona.[3] Prima della partecipazione ai giochi olimpici aveva vinto tre campionati nazionali di maratona svoltisi nel suo paese d'origine.

Lázaro fu il primo atleta a morire durante un evento olimpico, poche ore dopo essere collassato al 30º chilometro della maratona. Inizialmente si ritenne che la morte fosse dovuta alla grave disidratazione causata dall'alta temperatura registrata durante la gara. Più tardi si scoprì invece che Lázaro aveva coperto estese zone del proprio corpo con della cera, in modo da evitare ustioni; l'impermeabilità della cera aveva quindi impedito la naturale traspirazione, portando a un grave squilibrio elettrolitico e a disidratazione irreversibile.[3]

Nella cultura di massa[modifica | modifica wikitesto]

Francisco Lázaro è uno dei personaggi sportivi più celebri in Portogallo. A lui sono intitolati una strada di Lisbona e lo stadio della squadra di calcio Clube Futebol Benfica.

Alla storia di Lázaro è ispirato il romanzo Il cimitero dei pianoforti dello scrittore portoghese José Luís Peixoto.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Francisco Lazaro, Portuguese runner. January 21, 1891 in History, su brainyhistory.com. URL consultato il 13 agosto 2012.
  2. ^ (EN) Francisco Lazaro, Portuguese marathon runner (Olympics), dies at 21. July 15, 1921 in History, su brainyhistory.com. URL consultato il 13 agosto 2012.
  3. ^ a b c (PT) Gustavo Pires, Francisco Lázaro, a emborcação no treino[collegamento interrotto], Fórum Olímpico de Portugal. URL consultato il 13 agosto 2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Francisco Lázaro, su sports-reference.com, Sports Reference LLC (archiviato dall'url originale il 1º novembre 2017). Modifica su Wikidata
Controllo di autoritàVIAF (EN308180734 · LCCN (ENnb2014008049 · WorldCat Identities (ENlccn-nb2014008049