Foreste dell'Arco orientale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Foreste dell'Arco orientale
Eastern Arc Forests
Udzungwa mountains.jpg
Foresta sui monti Udzungwa
Ecozona Afrotropicale (AT)
Bioma Foreste pluviali di latifoglie tropicali e subtropicali
Codice WWF AT0109
Superficie 23 828 km2
Conservazione In pericolo critico
Eastern Arc Mountains sheme (2).jpg
Scheda WWF

Le foreste dell'Arco orientale sono un'ecoregione che si sviluppa lungo le varie catene che costituiscono i monti dell'Arco orientale, nella parte orientale dell'Africa. L'ecoregione comprende varie aree forestate al di sopra dei 1.000 m nelle montagne del Kenya e principalmente della Tanzania (codice ecoregione: AT0109[1]). La regione è inclusa nella lista Global 200 con il nome di Foreste montane dell'Arco orientale.[2]

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

Le foreste dell'Arco orientale si estendono per circa 24.000 km² di territorio montagnoso dai monti Taita sul confine tra i due paesi, attraverso la Tanzania orientale fino ai monti Udzungwa e il monte Rungwe. L'ecoregione comprende i monti Taita, i monti Pare settentrionali e meridionali, i monti Usambara orientali e occidentali, i monti Nguru settentrionali e meridionali, l'Ukaguru, i monti Uluguru, i monti Rubeho, e gli Udzungwa, così come il Mahenge a sud degli Udzungwa, i monti Malundwe a Mikumi, e i monti Uvidundva, a nord degli Udzungwa.[1]

Flora[modifica | modifica wikitesto]

Queste montagne ospitano numerosissime specie endemiche, oltre 800 specie, e sono il centro di origine della violetta africana (Saintpaulia) e dell'Impatiens.

Fauna[modifica | modifica wikitesto]

L'ecoregione è ricca di vita selvatica, ospita molte specie endemiche di uccelli e qualche mammifero; mentre gli anfibi endemici presentano cinque specie di Hyperolius, due specie di rane arboricole (Leptopelis), cinque rospi arboricoli (Nectophrynoides), quattro specie di Microhylidae, e cinque di Caeciliidae. I rettili endemici comprendono dieci specie di camaleonti (sette Chamaeleo e tre Rhampholeon), tre serpenti arboricoli (Typhlops), e sei Colubridae. Anche gli invertebrati presentano numerosi casi di endemismi. L'approfondimento dello studio della vita selvatica di questi gruppi montuosi isolati è particolarmente importante per avanzare nella ricerca sulla strategia dei percorsi evolutivi.

Conservazione[modifica | modifica wikitesto]

Queste colline umide sono densamente popolate da comunità contadine e una gran parte della foresta si è persa, specialmente nelle parti più basse. L'area protetta di maggiore estensione è il parco nazionale dei monti Udzungwa e inoltre sono state create numerose aree di protezione intorno ai bacini di raccolta dell'acqua, dato che questa regione è cruciale per l'approvvigionamento idrico della Tanzania.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Eastern Arc Forests, in Terrestrial Ecoregions, World Wildlife Fund. URL consultato il 25 dicembre 2016.
  2. ^ (EN) Eastern Arc Montane Forests - A Global Ecoregion, World Wide Fund For Nature. URL consultato il 19 gennaio 2017 (archiviato dall'url originale il 17 gennaio 2017).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]