Flash Gordon (serie televisiva 2007)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Flash Gordon
FlashLogo.jpg
Titolo originaleFlash Gordon
PaeseCanada, Stati Uniti d'America
Anno2007-2008
Formatoserie TV
Genereazione, fantascienza
Stagioni1
Episodi22
Durata42 min (episodio)
Lingua originaleinglese
Rapporto1.78:1
Crediti
IdeatoreAlex Raymond
Interpreti e personaggi
ProduttoreRobert Halmi Jr., Robert Halmi Sr., Peter Hume
Prima visione
Prima TV originale
Dal10 agosto 2007
All'8 febbraio 2008
Rete televisivaSci-Fi
Prima TV in italiano
Dal23 maggio 2008
Al(in corso)
Rete televisivaSteel

Flash Gordon è una serie televisiva statunitense, liberamente ispirata all'omonimo personaggio dei fumetti fantascientifici ideato nel 1934 da Alex Raymond. Negli Stati Uniti è andata in onda sull'emittente Sci-Fi dal 10 agosto 2007 all'8 febbraio 2008. In Italia è stata trasmessa per la prima volta a maggio 2008 sul canale digitale terrestre a pagamento Steel.

La serie ha avuto un buon successo di pubblico solo nei primi episodi per poi scendere sotto gli standard di ascolti richiesti dalla rete. La serie è stata cancellata al termine della prima stagione il 3 aprile 2008[1]. I cultori dell'originale fumetto hanno rimproverato alla serie di avere una storia troppo differente dall'originale, rendendo il personaggio irriconoscibile.[senza fonte]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Steven "Flash" Gordon vive con la madre nel Maryland. Il padre, scienziato, scomparve in un misterioso incidente quando Steven aveva 13 anni; adesso è fidanzato con Laura Hafen. L'ex fidanzata di Steven, Dale Arden, è una reporter televisiva fidanzata con il detective della polizia Joe Wylee. I due incontrano il vecchio eccentrico assistente del Professor Gordon, Hans Zarkov, quando appare un buco nello spazio che permette il passaggio tra la Terra e il pianeta Mongo.

Mongo è governato dal sanguinario dittatore Ming, che possiede l'unica fonte di acqua potabile di tutto il pianeta denominata Acqua Sorgente. Differentemente dai precedenti adattamenti viene chiamato "Padre Benevolo" ed è abbastanza differente dallo stereotipo del dittatore semplicemente assetato di potere. Viene ricreato in modo molto più moderno ed elaborato, capace di servirsi dei media per esaltare la propria figura. Ming ha anche una figlia, la Principessa Aura, che è disturbata dalla brutalità del padre da cui si distacca. Nella serie appare per la prima volta il personaggio di Baylin, una cacciatrice di taglie di Mongo. Intrappolata sulla Terra, diventa alleata di Flash, Dale, Aura e del Dottor Zarkov.

Ambientazione[modifica | modifica wikitesto]

Gli abitanti di Mongo vivono in "cantoni", gruppi tribali che assomigliano ai gruppi umani-animali del fumetto originale. I cantoni sono il Verdan (basato sul gruppo della foresta del Principe Barin del fumetto originale), il Turin (basato sugli Uomini Leoni del fumetto), il Dactyls (basato su Hawkmen del fumetto), l'Ormadian (donne capaci di creare potenti pozioni e medicinali), il Fringian (che vivono tra i ghiacciai), Tritonia (che vivono nell'Oceano) e Zurn (maghi dipinti di blu protetti dalla Regina Azzurra). Esiste un altro gruppo noto come i Deviati, mutanti figli di popolazioni che in passato hanno bevuto dalle Acque Grigie (tossiche) per sopravvivere. I Deviati sono capitanati da Terek, fratello della Principessa Aura, e non sono riconosciuti come umani dagli alti abitanti di Mongo.

Cast[modifica | modifica wikitesto]

  • Eric Johnson: Steven "Flash" Gordon
  • Gina Holden: Dale Arden
  • Caterina Scorsone: Laura Hafen
  • Karen Cliche: Baylin
  • Jody Racicot: Dr. Hans Zarkov
  • John Ralston: Ming
  • Anna van Hooft: Princess Aura
  • Panou: Nick Gilmore
  • Giles Panton: Joe Wylee
  • Jonathan Lloyd Walker: Rankol
  • Jill Teed: Norah Gordon
  • Carmen Moore: Joely Lavant
  • Steve Bacic: Barin
  • Ty Olsson: Vultan
  • Jody Thompson: Azzurra

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Episodi Prima TV originale Prima TV Italia
Prima stagione 22 2007-2008 2008

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Flash Gordon: Sci Fi Quietly Cancels Adventure Series Archiviato il 7 aprile 2008 in Internet Archive., Finale Serie TV, 3 aprile 2008

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]