Fiume Giallo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Huang He
Huang He
Lo Huang He presso le cascate di Hukou
Stato Cina Cina
Province Qinghai, Sichuan, Gansu, Ningxia, Mongolia Interna, Shaanxi, Shanxi, Henan e Shandong
Lunghezza 5 464 km
Portata media 2 571 m³/s
Bacino idrografico 752.000 km²
Altitudine sorgente 4500 m s.l.m.
Nasce monti Bayan Har (prefettura di Yushu)
34°29′31″N 96°20′25″E / 34.491944°N 96.340278°E34.491944; 96.340278
Sfocia Bo Hai (contea di Kenli)
37°46′48″N 119°15′00″E / 37.78°N 119.25°E37.78; 119.25Coordinate: 37°46′48″N 119°15′00″E / 37.78°N 119.25°E37.78; 119.25
Mappa del fiume
Contea di Zoigê (Sichuan).
Contea di Guide County (Qinghai) sull'altopiano del Tibet, a monte dell'altopiano del Loess.
Vicinanze di Xunhua (Qinghai).
Liujiaxia (Gansu).
Shapotou (Ningxia).
Espansione del delta dello Huang He tra il 1989 e il 2009.

Lo Huang He (cinese: 黄河; romanizzazione Wade-Giles: Huang Ho), noto anche come Hwang Ho, in italiano fiume Giallo, è il principale fiume della Cina settentrionale, spesso chiamato la culla della civiltà cinese. È il secondo fiume più lungo del Paese, con una lunghezza di 5464 km, e il suo bacino idrografico è il terzo più grande della Cina - si estende su un'area di circa 750.000 km²[1]. Il fiume nasce nella provincia del Qinghai sull'altopiano del Tibet e attraversa altre sei province e due regioni autonome nella sua corsa verso il Bo Hai (golfo di Chihli), un'insenatura del mar Giallo. Nel suo corso inferiore appare come un mutevole, turbolento corso d'acqua carico di limo che spesso rompe gli argini inondando parte della pianura della Cina del Nord. Per questo motivo, è stato soprannominato anche il «dolore della Cina» e l'«Ingovernabile»[2]. Il termine huang («giallo») si riferisce ai fini sedimenti di loess che il fiume trasporta fino al mare. Il bacino dello Huang He ospita una popolazione numerosissima - superata solo da quella di un piccolo numero di Paesi - e il fiume e i suoi affluenti attraversano alcune delle città più antiche della Cina, quali Lanzhou, Baotou, Xi’an (Sian), Taiyuan, Luoyang, Zhengzhou, Kaifeng e Jinan.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Lo Huang He viene suddiviso in tre sezioni distinte: il corso superiore montuoso, il corso medio attraverso un altopiano, e il corso inferiore attraverso una bassa pianura[3].

Il corso superiore[modifica | modifica wikitesto]

Lo Huang He nasce a 4600 m di altitudine sui monti Bayan Har, nel settore orientale dell'altopiano del Tibet. Nel suo corso superiore il fiume attraversa due grandi specchi d'acqua, i laghi Ngoring e Gyaring. Questi laghi dalle acque poco profonde, ognuno dei quali di circa 1000 km² di superficie, sono ricchi di pesce e la loro superficie gela durante l'inverno. Lo Huang He in questa regione scorre generalmente da ovest a est. I grandi altopiani attraversati dal corso superiore si innalzano per 300-500 m al di sopra del fiume e dei suoi affluenti. Questi altopiani sono costituiti da rocce cristalline che sono a volte visibili come affioramenti erosi sulla superficie. Il fiume penetra in una regione di gole profonde, facendosi strada prima verso sud-ovest, poi verso nord-ovest attorno ai monti A’nyêmaqên (o Amne Machin), dove la sua pendenza supera i 2 metri per km, e infine di nuovo verso est tra i monti Xiqing e Laji. Attraversata la regione delle gole, nei pressi della città di Lanzhou, abbandona l'altopiano del Tibet. Questo segna il termine del corso superiore dello Huang He, che a questo punto si trova a circa 1165 km dalla sua sorgente. Il corso superiore drena un bacino di circa 124.000 km², costituito principalmente da inaccessibili ed elevati distretti montuosi, territori scarsamente popolati con un clima rigido.

Il corso medio[modifica | modifica wikitesto]

Il corso medio dello Huang He, che si estende per più di 2900 km, è costituito da una grande ansa e drena un'area di circa 60.000 km². Il fiume inizialmente scorre verso nord-est per circa 880 km attraverso i suoli sabbiosi del Ningxia settentrionale e del deserto dell'Ordos occidentale; qua presenta numerose rapide, e in un certo numero di luoghi la sua larghezza si restringe notevolmente. Il fiume poi piega verso est e scorre per altri 800 km attraverso le pianure alluvionali della Mongolia Interna, in luoghi in cui si dirama in numerosi canali di distribuzione. In questo tratto la sua pendenza è inferiore ai 9 cm per km, e molti dei canali sono stati scavati nel corso dei millenni per irrigare i campi. Lo Huang He poi svolta improvvisamente a sud e scorre per circa 715 km, formando il confine tra le province dello Shaanxi e dello Shanxi. La larghezza del fiume, in questa sezione, generalmente non supera i 45-60 m, dal momento che deve aprirsi la strada attraverso strette gole con pendici scoscese di oltre 100 m di altezza. Il fiume poi gradualmente si fa più largo, soprattutto dopo aver ricevuto le acque dei suoi due affluenti più lunghi: prima il fiume Fen della provincia dello Shanxi e poi il fiume Wei dello Shaanxi. Alla confluenza con il Wei, il fiume svolta improvvisamente verso est per altri 480 km, essendo costretto a scorrere attraverso le inaccessibili gole tra i monti Zhongtiao e le propaggini orientali dei monti Qin (o Tsinling). La pendenza media in questo tratto supera leggermente i 20 cm per km e il fiume diviene incredibilmente rapido negli ultimi 160 km, prima di raggiungere la pianura della Cina del Nord presso la città di Zhengzhou.

La maggior parte del corso medio si fa strada attraverso l'altopiano del Loess, che si estende a est dell'altopiano del Tibet fino alla pianura della Cina del Nord con un'altitudine compresa tra i 900 e i 2100 m. L'altopiano è costituito da pendici terrazzate, nonché da pianure alluvionali e da alcune cime sparse che talvolta si innalzano per più di 450 m al di sopra dell'altopiano. Attraverso questo altopiano, il fiume si è fatto strada per almeno sei terrazze, innalzandosi a più di 500 m sopra l'attuale livello del fiume. Le terrazze, formatesi nel corso degli ultimi 2,5 milioni di anni, forniscono un'importante testimonianza dell'evoluzione del paesaggio e degli antichi cambiamenti ambientali avvenuti nella regione. I sistemi di roccia sottostanti sono ricoperti da spessi strati di terreni sciolti, costituiti prevalentemente da sabbia e loess depositati dal vento. Gli strati di loess raggiungono uno spessore di 48-60 m e in alcuni luoghi anche di 150 m. Attraverso questi depositi sciolti il fiume ha ritagliato profonde valli, trasportando via con sé enormi quantità di materiale superficiale, facendo della regione uno dei paesaggi maggiormente erosi del mondo. Al suolo di loess facilmente erodibile si deve l'instabilità del letto del fiume sia nel bacino medio, dove l'erosione è considerevole, che in pianura, dove i depositi trasportati vanno a creare il letto di incanalamento.

Il corso inferiore[modifica | modifica wikitesto]

A valle di Zhengzhou lo Huang He si allarga per scorrere attraverso le province di Henan e Shandong attraverso la pianura della Cina del Nord. La pianura è costituita da un vasto ventaglio alluvionale quasi monotono rotto solamente dalle basse colline dello Shandong centrale; si è formata nel corso di oltre 25 milioni di anni grazie allo Huang He e ad altri fiumi che hanno depositato enormi quantità di limo, sabbia e ghiaia nel mare poco profondo che una volta ricopriva la regione. La pianura è stata densamente abitata per millenni e per molto tempo è stata una delle principali regioni agricole della Cina. Il fiume ha mutato il proprio corso attraverso la pianura svariate volte, e gli abitanti della regione hanno costruito vasti sistemi di argini e canali di irrigazione nel tentativo di controllare il flusso del fiume. La regione illustra forse meglio di qualsiasi altro luogo della Terra come l'attività umana abbia collaborato con le forze naturali per forgiare il paesaggio.

Il corso inferiore dello Huang He misura circa 700 km di lunghezza e ha una pendenza media di circa 5 cm per km. Lungo il fiume si trovano sporadiche aree di dune di sabbia alte 5-9 m. In generale, tuttavia, la pianura è un'area di grandi inondazioni poiché il letto del fiume, costruito gradualmente dai depositi di sedimenti, giace, in molti luoghi, al di sopra del terreno circostante. Nella sezione a nord della città di Kaifeng, il livello minimo della superficie del fiume si trova a circa 5 m al di sopra delle campagne circostanti, il livello medio a 6-7 m, e il livello massimo a 9-11 m al di sopra di quello del terreno[4]. Da Kaifeng al Gran Canale (Da Yunhe), gli argini sono più bassi di quelli più a monte, e raramente superano gli 1-2 m di altezza. Le paludi sono comuni. Oltre il Gran Canale l'altezza degli argini cresce fino a 4-5 m e in alcune località raggiunge gli 8 m.

Il delta dello Huang He inizia a circa 80 km dalla foce e si allarga su un'area di circa 5400 km². Il terreno del delta è paludoso, costituito da fango e limo, ed è ricoperto da canneti. Un banco di sabbia alla foce del fiume impedisce la navigazione con la bassa marea alle barche con un pescaggio superiore agli 1,2 m; tuttavia, con l'alta marea il banco di sabbia viene sommerso da 2,4-2,7 m di acqua.

Fino alla fine del XX secolo, quello dello Huang He è stato uno dei delta a più rapido tasso di accrescimento al mondo, e la pianura della Cina del Nord continuava a espandersi sempre più nel Bo Hai (ciò che rimane dell'antico mare attualmente ricoperto dalla pianura). Nel secolo che va dal 1870 al 1970 il delta crebbe in media di oltre 19 km. Alcune parti periferiche si espansero perfino più rapidamente: un'area crebbe di 10 km durante il periodo 1949-51, e un'altra di più di 24 km nel 1949-52. Tuttavia, a partire dagli anni '50, con la costruzione di dighe a monte - in particolare con quella costruita nella gola di Sanmen nella provincia dello Henan - iniziò a ridursi il carico di limo che il fiume trasportava alla sua foce, e dagli anni '90 il delta si sta erodendo[5].

Idrologia[modifica | modifica wikitesto]

Il corso inferiore dello Huang He ha subito radicali cambiamenti nel corso della sua storia geologica. Dato il basso gradiente di pendenza del fiume e la velocità con cui scorre nella pianura, il limo che esso trasporta tende a depositarsi sul fondo. Man mano che il letto si va colmando, il fiume cambia corso per andare a occupare un livello inferiore. Nel corso degli ultimi quattro millenni il fiume ha raggiunto il mar Giallo in punti che distano tra loro anche 800 km. Tra il III millennio a.C. e il 602 a.C., quando occupava il suo corso più settentrionale, esso scorreva nei pressi dell'attuale città di Tianjin e sfociava nel vicino Bo Hai. Tra il 602 a.C. e il 70 d.C., sia il fiume che la sua foce si spostarono verso un punto sul mar Giallo a sud della penisola dello Shandong. Tra il 70 e il 1048 lo Huang He si spostò nuovamente verso nord, occupando un corso vicino a quello del letto attuale.

Dal 1048 al 1194 cambiamenti nel corso del fiume si riscontrarono più all'interno, nell'area in cui il fiume fa il suo ingresso nella pianura della Cina del Nord. Nel 1194 il fiume occupava un corso che correva lungo il margine meridionale del suo delta. In quell'anno, dopo la rottura delle dighe di protezione, un secondo ramo dello Huang He iniziò a scorrere a sud della penisola dello Shandong. Dal 1289 al 1324 il fiume si impadronì del letto del fiume Guo e di una vasta parte del fiume Huai, entrando nel mar Giallo molto a sud dello Shandong. Il fiume rimase stabile per più di 500 anni fino agli anni '50 del XIX secolo, quando si spostò nuovamente a nord della penisola dello Shandong, insediandosi finalmente nel suo corso attuale.

Con i miglioramenti nelle tecniche agricole nella pianura, i Cinesi divennero più abili nel costruire argini per stabilizzare il corso principale e quindi proteggere gli abitanti dalle inondazioni provocate dai suoi mutamenti di percorso. Decine di migliaia di chilometri di argini sono state costruite nel corso dei secoli. L'effetto complessivo della loro costruzione era quello di ritardare le inondazioni, ma dal momento che il letto del fiume veniva sollevato e confinato artificialmente, gli straripamenti e i mutamenti di percorso si fecero più drammatici e distruttivi di quelli che sarebbero stati altrimenti. I pochi ingegneri idraulici che riuscirono a diminuire, piuttosto che aumentare, il rischio di inondazioni acquisirono la status di vere e proprie leggende viventi nella storia cinese.

Nel corso della storia le rotture degli argini sono state molto più frequenti dei cambiamenti di percorso. Tra il 960 e il 1048 vi furono 38 grandi straripamenti, e altri 29 vennero registrati tra il 1048 e il 1194. Negli ultimi anni straripamenti come questi sono divenuti meno frequenti in seguito al sistematico miglioramento nella tecnica di costruzione degli argini. L'allentamento delle misure di manutenzione durante la rivolta dei Taiping (1850-64) provocò il maggior cambiamento del corso del fiume, avvenuto tra il 1852 e il 1854. Nel 1887 lo Huang He ruppe gli argini nei pressi della città di Kaifeng e iniziò a scorrere nel fiume Huai, ma grazie agli sforzi degli ingegneri il fiume ritornò entro il suo antico corso nel 1889. L'inondazione del 1887 sommerse migliaia di chilometri quadrati, e seppellì completamente molti villaggi sotto uno strato di limo. Nel 1889 un'altra inondazione distrusse 1500 villaggi. La successiva grande inondazione, nel 1921, devastò centinaia di centri abitati, soprattutto nei pressi della foce del fiume. Durante l'inondazione del 1933 furono sommersi più di 3000 centri abitati e morirono 18.000 persone. Altre inondazioni avvennero nel 1938 - quando gli argini furono appositamente distrutti nei pressi di Zhengzhou per rallentare l'avanzata delle truppe giapponesi - e nel 1949.

Lo Huang He trasporta in mare un volume annuale medio di circa 56 km³ di acqua, al tasso di circa 1770 m³ al secondo. La portata può salire a 2200 m³ al secondo nelle annate di piena e scendere a 600-800 m³ nelle annate di magra. Il suo volume subisce inoltre considerevoli variazioni stagionali. Il fiume ha una portata relativamente scarsa - otto altri fiumi della Cina superano quella dello Huang He - poiché il suo bacino comprende vaste aree di territorio arido o semiarido, dove considerevoli quantità di acqua evaporano o vengono deviate per l'irrigazione. Più della metà delle precipitazioni annue del bacino cadono durante la stagione delle piogge (da luglio a ottobre). Le precipitazioni annue medie dell'intero bacino sono di circa 470 mm, ma la loro distribuzione è estremamente irregolare. In alcuni anni la maggior parte del volume del fiume è costituita da acque provienienti dai suoi affluenti. Nelle zone a monte la fonte principale è la neve che cade sulle montagne, e il livello di piena si registra in primavera. Il livello di piena nelle parti media e inferiore del fiume si registra in luglio e agosto. Le portate massime stagionali possono essere considerevoli: 5350-6120 m³ al secondo nei pressi di Lanzhou, 10.000 m³ nei pressi di Longmen, e 36.000 m³ (registrati nel 1943) nelle parti inferiori del fiume.

Tra tutti i fiumi del mondo, lo Huang He è quello che trasporta la più alta concentrazione di sedimenti, circa 34 kg per m³, rispetto al chilogrammo del Nilo, ai 5 kg dell'Amu Darya (l'antico fiume Oxus), e ai 13 kg del fiume Colorado[6]. Le acque alluvionali possono contenere fino a 710 kg di limo per m³ di acqua (il 70% del volume). Il fiume, senza impedimenti, trasporterebbe in mare circa 1,52 miliardi di tonnellate di limo all'anno, principalmente costituite da loess, che essendo sciolto viene trascinato via facilmente. Tra gli altri fattori che contribuiscono all'elevato volume di limo vi sono inoltre la pendenza dei versanti, la rapidità della corrente, e la mancanza di aree boschive che tengano sotto controllo l'erosione. I bacini artificiali creati dalle dighe, tuttavia, hanno permesso a quantità crescenti di limo di depositarsi al loro interno.

In alcune parti del suo corso medio lo Huang He congela ogni inverno per alcuni mesi. Nella pianura della Cina del Nord, nei pressi di Kaifeng, ogni anno il fiume rimane imprigionato dal ghiaccio per 15-20 giorni all'anno, ma più a valle il fiume non gela mai. Le dighe di ghiaccio vengono frantumate con l'aiuto di bombardamenti aerei o, talvolta, di scariche di artiglieria.

Importanza economica[modifica | modifica wikitesto]

Le acque del bacino dello Huang He vengono gestite attraverso opere di irrigazione e di controllo delle piene di una certa importanza già a partire dal III secolo a.C. Le prime opere moderne di ingegneria idraulica risalgono agli anni '20, mentre progetti che prevedono la creazione di bacini artificiali multifunzionali vengono attuati dalla metà degli anni '50. I più importanti traguardi di questo programma sono stati la costruzione di gigantesche dighe idroelettriche presso la gola di Liujia e altre gole nei pressi di Lanzhou e grandi progetti di irrigazione - alcuni con stazioni idroelettriche più piccole - in alcune località più a valle. In pianura, gli argini sono stati rinforzati e il sistema di controllo delle piene è stato razionalizzato e integrato con bacini artificiali e col Gran Canale (che incrocia lo Huang He nella parte occidentale della provincia dello Shandong). Misure per il controllo dell'erosione sull'altopiano del Loess hanno ridotto il carico di limo trasportato a valle. Il progetto principale è stato la costruzione dell'enorme diga della gola di Sanmen, a monte di Luoyang, e del bacino artificiale che si è formato alle sue spalle. Il progetto ha aumentato il controllo delle piene in pianura e ha inoltre fornito acqua per l'irrigazione e la produzione di energia idroelettrica, anche se il limo che si è andato depositando ha ridotto notevolmente le sue capacità funzionali.

Man mano che lo sviluppo economico moderno è andato aumentando in tutto il bacino, tuttavia, è aumentato anche l'inquinamento provocato dagli scarichi delle industrie e delle aziende agricole[7]. Inoltre, la maggiore richiesta di risorse idriche già limitate ha provocato siccità, talvolta anche molto gravi.

Esplorazioni[modifica | modifica wikitesto]

Lo Huang He e le sue inondazioni sono stati argomenti centrali nelle leggende, nel folklore e nelle testimonianze storiche scritte della civiltà cinese per più di tre millenni. Le testimonianze delle maggiori inondazioni e dei cambiamenti del corso del fiume vengono regolarmente trascritte dal VI secolo a.C., e i livelli di piena vengono studiati dal 1736. Il primo europeo ad aver esplorato il corso superiore dello Huang He fu un viaggiatore russo, Nikolay Mikhaylovich Przhevalsky, nel 1879 e nel 1884. Lo studio sistematico del bacino idrografico è stato intrapreso per la prima volta negli anni '50 da scienziati cinesi e sovietici. Dagli anni '70 questo lavoro viene portato avanti da scienziati cinesi in cooperazione con specialisti di numerosi altri Paesi.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Yellow River (Huang He) Delta, China, Asia. Geol.lsu.edu (2000-02-28). Retrieved on 2013-02-04.
  2. ^ New York Times "A Troubled River Mirrors China's Path to Modernity". 19 November 2006 p. 4.
  3. ^ Yellow River Conservancy Commission. Yellowriver.gov.cn. Retrieved on 2013-02-04.
  4. ^ Yellow River: Geographic and Historical Settings
  5. ^ Yellow River Delta Shrinking 7.6 Square Kilometers Annually, China Daily 1 February 2005
  6. ^ Tregear, T.R. A Geography of China, p. 219. 1965
  7. ^ Tania Branigan, One-third of China's Yellow River 'unfit for drinking or agriculture' Factory waste and sewage from growing cities has severely polluted major waterway, according to Chinese research su The Guardian, UK, 25 novembre 2008. URL consultato il 14 marzo 2009.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]


Controllo di autorità VIAF: (EN259958119 · GND: (DE4025968-7