Filtrazione golenale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Impianto presso il Reno, a Magonza, per la filtrazione golenale di acque dal pozzo di estrazione sulla collinetta in primo piano. Il Reno è fuoricampo di varie decine di metri a destra della fotografia

La filtrazione golenale è un metodo di filtrazione naturale che consiste nel fare passare l'acqua da filtrare attraverso la sponda sabbiosa di un fiume o di un lago.

Tale metodo è utilizzato nell'ambito della potabilizzazione delle acque allo scopo di rendere l'acqua intrinsecamente stabile dal punto di vista biologico, in particolare con valori di carbonio organico assimilabile inferiori a 10 µg/L.

L'acqua da trattare proviene solitamente da pozzi di estrazione posti ad una certa distanza dal corpo d'acqua e permette di ottenere una rimozione molto spinta della sostanza organica.

Vantaggi[modifica | modifica wikitesto]

Linea di pozzi di infiltrazione (argine del fiume Jizera, Repubblica Ceca)

Tra i suoi vantaggi rispetto ad altre tecniche di filtrazione naturali dell'acqua vi è il fatto che si tratta di un processo relativamente poco complicato ma molto efficace, soprattutto per la riduzione del particolato, dei microrganismi e del carbonio organico biodegradabile[1] (spesso è in grado di fornire direttamente acqua potabile senza ulteriori trattamenti[2]) e per la riduzione degli interferenti endocrini;[3] in altri casi, è un sistema abbastanza semplice per sottoporre l'acqua a un pre-trattamento all'interno di una filiera di ulteriori fasi di purificazione.[2]

Un altro vantaggio è che esso costituisce una valida alternativa al ricorso a disinfettanti secondari, il cui uso può essere ridotto o azzerato. Per questo motivo il processo viene scelto con sempre maggior frequenza in molti paesi europei, come Paesi Bassi, Germania e Svizzera.[4] Nonostante i vantaggi che offre, non è utilizzato in Italia, dove si preferisce ricorrere ai tradizionali processi di disinfezione chimica.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Osvaldo Conio, Influenza dei trattamenti si potabilizzazione sulla qualità dell'acqua in rete, Fondazione AMGA, Genova, p. 6
  2. ^ a b Thomas Heberer, Ingrid M. Verstraeten, Michael T. Meyer, Andy Mechlinski, Kirsten Reddersen. Occurrence and fate of pharmaceuticals during bank filtration. Preliminary Results from Invetigations in Germany and United States Archiviato il 29 agosto 2008 in Internet Archive., Technische Universität Berlin/United States Geological Survey, Water Resources Update, 170, pp. 4-17, 2001
  3. ^ AA.VV., Interferenti endocrini nelle acque destinate al consumo umano. Approccio metodologico e valutazioni, FrancoAngeli, 2011 (p. 143)
  4. ^ Osvaldo Conio, Influenza dei trattamenti si potabilizzazione sulla qualità dell'acqua in rete, Fondazione AMGA, Genova, p. 5

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]