Filippo Teodoro di Liagno

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Incendio di Troia (Fondazione Cariplo)

Filippo Teodoro Di Liagno (Roma, 1589Roma, 1629) è stato un pittore italiano, detto Filippo d'Angeli o Filippo Napoletano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Non sono molte le notizie relative alla sua vicenda biografica: trasferitosi a Napoli con la famiglia, crebbe nella congerie culturale che dava spazio ad una costruzione visionaria della scena, secondo modelli proposti da un gruppo di artisti fiamminghi, tedeschi e francesi operanti tra Roma e Napoli. Rientrato a Roma intorno al 1614, entrò a far parte del gruppo di artisti protetti dal cardinale Del Monte; nel 1617 si trasferì a Firenze, dove operò come artista di corte di Casa Medici, apprezzato per la sua pittura originale, ricca di scene notturne e drammatiche. Nel 1621 tornò a Roma, attivo sia nella produzione di dipinti da cavalletto ma anche di decorazioni ad affresco in cui interpretava il paesaggio laziale, contrassegnato dalle vestigia delle antiche costruzioni romane.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN73711623 · ISNI: (EN0000 0001 1671 900X · LCCN: (ENnr91030690 · GND: (DE121461335 · BNF: (FRcb15709498w (data) · ULAN: (EN500010734 · CERL: cnp00564876
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie