Festa del gatto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gatto europeo

La festa del gatto, nata in Italia nel 1990, è celebrata il 17 febbraio[1].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La Festa Nazionale del Gatto ricorre il 17 febbraio ed è nata nel 1990. La giornalista gattofila Claudia Angeletti propose un referendum tra i lettori della rivista "Tuttogatto" per stabilire il giorno da dedicare a questi animali. La proposta vincitrice fu quella della signora Oriella Del Col che così motivò la sua idea nel proporre questa data che racchiude molteplici significati:

  1. febbraio è il mese del segno zodiacale dell'Acquario, ossia degli spiriti liberi ed anticonformisti come quelli dei gatti che non amano sentirsi oppressi da troppe regole.
  2. tra i detti popolari febbraio veniva definito “il mese dei gatti e delle streghe” collegando in tal modo gatti e magia
  3. il numero 17, nella nostra tradizione è sempre stato ritenuto un numero portatore di sventura, stessa fama che, in tempi passati, è stata riservata al gatto
  4. la sinistra fama del 17 è determinata dall'anagramma del numero romano che da XVII si trasforma in “VIXI” ovvero “sono vissuto”, di conseguenza “sono morto”. Non così per il gatto che, per leggenda, può affermare di essere vissuto vantando la possibilità di altre vite.
  5. il 17 diventa quindi “1 vita per 7 volte”!

In varie città d'Italia si festeggia questa giornata con iniziative artistiche o di solidarietà a favore di questi animali[2][3].

Nel Mondo[modifica | modifica wikitesto]

La data della Festa del Gatto è diversa da Paese a Paese (vedi tabella). Nel 2002 the International Fund for Animal Welfare fisso come World Cat Day l' 8 agosto.

Paese Data Anno
Italia 17 febbraio 1990
Polonia 17 febbraio 2006
USA 29 ottobre 2005
Giappone 22 febbraio 1987
Russia 1 marzo 2005

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Festa del gatto - gatto - liberoquotidiano.it
  2. ^ la Repubblica
  3. ^ Collezionisti Italiani di Francobolli Ordinari

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]