Ferry Corsten

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ferry Corsten
Ferry Corsten.jpg
Ferry Corsten (2006)
Nazionalità Paesi Bassi Paesi Bassi
Genere Trance
Progressive trance
Dance
Uplifting trance
Periodo di attività musicale 1989 – in attività
Sito ufficiale

Ferry Bostoven Corsten, conosciuto anche con lo pseudonimo System F (Rotterdam, 4 dicembre 1973), è un disc jockey e producer olandese di musica trance, considerato fra i pionieri del genere[1].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Comincia la sua carriera di musicista nel 1991 producendo subito alcuni brani hardcore, genere che si ritiene sia nato proprio nella sua città natale, Rotterdam. Nel 1999, sotto l'alias System F produce il singolo trance "Out of the Blue" che ottiene un notevole successo e verrà remixato, col passare degli anni, da vari produttori, divenendo uno dei brani più rappresentativi del genere trance[1]. L'apice del successo di Ferry Corsten arriva anche con delle collaborazioni fatte con altri deejay famosi a livello internazionale come l'amico Tiësto e Armin van Buuren; ad esempio, il progetto Gouryella (Ferry Corsten & Dj Tiësto) attivo tra il 1999 e il 2002.

Il 1º novembre 2008 è uscito il suo nuovo album Twice In A Blue Moon, il seguito di L.E.F. del 2006, disco apprezzato in tutto il mondo, è stato presentato durante la seconda edizione di Full On Ferry, un party che Corsten organizza al club Ahoy, nella sua città natale Rotterdam. Il primo singolo estratto dall'album è stato "Radio Crash", un brano supportato da alcuni dei più importanti dj del mondo in ambito techno/trance (Tiësto, Armin van Buuren, Paul van Dyk, Above & Beyond, ecc). L'artista ha presentato il suo lavoro con queste parole: "Ho sempre avuto un bisogno incontrollabile di rinnovare. Non appena qualcosa inizia a diventare prevedibile, voglio cambiarla, rinnovarla, mescolarla con qualcosa di diverso". Secondo la rivista DJ Mag, è il nono DJ al mondo.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album studio[modifica | modifica wikitesto]

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

  • 1996 - Galaxia come Moonman
  • 1996 - The Show come Discodroids
  • 1996 - Interspace come Discodroids
  • 1996 - Air come Albion
  • 1999 - Out of the Blue come System F
  • 1999 - Dont'be afraid" come Moonman
  • 2000 - Cry come System F
  • 2001 - Exhale con Armin van Buuren
  • 2003 - Rock your body, Rock
  • 2004 - It's Time
  • 2004 - Sweet Sorrow
  • 2004 - Kyoto
  • 2004 - Spaceman come System F
  • 2005 - Star Traveller
  • 2005 - Insolation
  • 2005 - Sublime
  • 2005 - Holding on
  • 2005 - Sweet sorrow
  • 2005 - I love you
  • 2006 - Fire
  • 2006 - Junk
  • 2006 - Watch Out
  • 2006 - Whatever
  • 2007 - Beautiful
  • 2008 - Into The Dark
  • 2008 - Radio Crash
  • 2009 - Made Of Love
  • 2009 - We Belong
  • 2011 - Check It Out
  • 2011 - Feel It
  • 2012 - Ain't No Stoppin'

Co-produzioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Gouryella, con Dj Tiësto e John Ewbank
    • 1999 - Walhalla
    • 1999 - Gouryella
    • 2000 - Tenshi
    • 2015 - Anahera
    • 2016 - Neba
    • 2017 - Venera (Vee's Theme)
  • Gouryella, con John Ewbank
  • Vimana, con Dj Tiësto
  • Veracocha, con Vincent de Moor
    • 1999 - Carte Blanche
  • Starparty, con Robert Smit
    • 2001 - I'm in love with you

Remix[modifica | modifica wikitesto]

  • 1996 - U2 - The new years day
  • 1999 - Faithless - Why go?
  • 1999 - Moby - Why does my heart feel so bad
  • 1999 - William Orbit Barber's - Adagio for strings
  • 2002 - Yoji Biomehanika - Theme from Banginglobe
  • 2002 - Cosmic Gate - The Truth
  • 2004 - B.B.E. - One week and seven days
  • 2005 - Fb feat. Edun - Who is knocking?
  • 2005 - Fischerspooner - Never Win
  • 2008 - The Killers - Human
  • 2009 - Rafael Frost - Red
  • 2009 - Bobina - Invisible Touch

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Colin Larkin (a cura di), 5th Concise Edition. The Encyclopedia of Popular Music, Omnibus Press, 2007, ISBN 978-0-85712-595-8.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN85621249 · LCCN: (ENno2002032291 · ISNI: (EN0000 0001 1462 2538 · GND: (DE135286875 · BNF: (FRcb14032953w (data)
  1. ^ a b Colin Larkin (a cura di), 5th Concise Edition. The Encyclopedia of Popular Music, Omnibus Press, 2007, ISBN 978-0-85712-595-8.